martedì 23 ottobre 2012

Teglia di Patate Hasselback e riflessioni sui cani

Ieri sono stata a una grossa fiera che si tiene dalle mie parti ogni anno in ottobre
e sono rimasta colpita dalla quantità di persone che hanno portato con sè i propri amici
a quattro zampe. Da qui ho cominciato con le mie solite riflessioni un po' strampalate.
Pur avendo avuto un cane amatissimo per 17 anni mi ritrovo sempre a 
sorprendermi quando mi fermo a pensare attentamente a cosa voglia dire avere un cane.
In effetti è talmente comune vedere uomini e cani insieme che non si riflette mai
su quanto sia particolare e curioso questo rapporto dando per scontato che si tratti
di una cosa più che normale, naturale. Come per molte cose a questo mondo, la
consuetudine ridimensiona un fenomeno affascinante, ma se ci pensiamo bene...
Non è meravigliosamente strano che due specie così diverse vivano insieme le
loro vite? Non è quasi incredibile che trovino il modo di comunicare e comprendersi?
Un cavallo che porta a spasso un porcellino d'india vi sembrerebbe così plausibile?
A volte mi piace immaginare cosa pensano i cani (sì, lo so, non ho niente da fare),
come vedono il mondo, come vedono noi, e mi viene un gran ridere.
Avete presente quando vedete un cagnolino per strada e vi avvicinate per fargli una
carezza? Appena incrocia il vostro sguardo e si accorge di essere lui il centro del vostro
interesse gli occhi si illuminano, una luce si accende, i muscoli cominciano a fremere,
le zampette si muovono sul posto in una marcetta frenetica ed è come se dicesse "Sì, sì! Stai guardando proprio me! Accarezzami, sì dai fammi le coccole, fammi le 
coccole, fammi le coccole!!!".
Chi altro nella vostra vita vi ha mai accolto al vostro rientro in casa gridando 
con entusiasmo incontenibile "Siiiiiiii!!! Che bello, che bello, sei tornato! Sono trooooppo contento che sei tornato! Non vedevo l'ora, mi sei mancato tantissimo, non potevo 
stare senza di te! Bellobellobello!!!"
Non ho più avuto un altro cane dopo il mio Lilli, ma continuo a pensare che come
ti ama il tuo amico peloso, è difficile che possa amarti qualcun altro.

***

Per chi di voi non conoscesse le patate Hasselback, si tratta semplicemente
di una ricetta svedese che prende il nome dal ristornante di Stoccolma in cui sono nate.
La ricetta prevede che delle patate vengano arrostite dopo essere state
 affettate molto sottilmente, ma senza arrivare fino al fondo col taglio, in modo tale 
da lasciare la patata "intera" e con una forma ancora riconoscibile.
La cosa deliziosa di questa ricetta è che durante la cottura in forno, le lamelle
cominciano ad assumere delle irresistibili sfumature dorate e a diventare croccanti.
Io ho pensato di prepararle in una maniera un po' alternativa riempiendo per 
intero una teglia di fette sottili aromatizzate con le mie erbette.




Per 4 persone
Pelate 4 patate piuttosto grosse e affettatele sottilmente, quindi trasferite le fette in una scodella e conditele con sale, pepeerbette e un filo abbondante d'olio d'oliva.
Breve parentesi: le erbe che ho usato io sono rosmarino, timo limone e origano fresco, ma voi potete scegliere il mix di profumi che preferite o aggiungere dell'aglio (cosa che sicuramente farò la prossima volta). Qualunque erba decidiate di aggiungere, fate un trito sottile.
Mescolate le patate con le mani per fare in modo che il condimento si distribuisca uniformemente velando tutte le fette e cominciate a disporle ordinatamente nella teglia come vedete in foto.
Io, ormai lo sapete, sono piuttosto maniacale, quindi ho cercato di disporre le fette più grandi al centro della teglia per poi via via usare le fette più piccole per posizionarle alle estremità e ottenere un aspetto più armonico.
A mia discolpa però posso dire che questa disposizione è funzionale anche a ottenere una buona doratura perchè chiaramente in forno, qualunque cosa cuciniate, dorano sempre per prime le parti che sporgono di più, quindi se disponete le fette alla rinfusa il rischio (parole grosse) è che le fette più piccole non dorino se poste in mezzo a quelle più grandi e che quindi sporgono di più.
Ok, ora potete farmi ricoverare.

Per la cottura procedete così: versate 1/2 bicchiere scarso d'acqua sul fondo della teglia, copritela col carta alluminio e infornate a temperatura molto alta (io ho impostato il mio forno a gas a 7!) per circa 30 minuti. 
Trascorso questo tempo, togliete la carta e provate a inserire uno stuzzicadenti. Se penetra facilmente, le patate sono cotte, quindi non vi resta che aggiungere un filo d'olio in superficie, accendere il grill e infornare nuovamente la teglia senza coprirla con la carta affinché le lamelle diventino croccanti e dorate.




Propongo questa ricetta per



83 commenti:

  1. L'aspetto è decisamente invitante, deliziose!!!

    RispondiElimina
  2. Magari un cavallo che porta a spasso un porcellino d’India no, ma una gatta che allatta cuccioli di cane (o viceversa), una cagna che allatta dei tigrotti sì e altre storie simili sì.
    Ad essere sincera ho sempre pensato che gli animali siano molto meglio degli uomini e spesso mi chiedo se l’uomo sia davvero degno di tutto l’amore di cui sa essere capace il suo amico a 4 zampe.
    Non ho mai fatto queste patate ma mi hanno sempre affascinata. Oltre ad esere gustose fanno una magnifica figura. E tu come al solito sei la perfezione in persona :) Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti si presentano molto bene, l'unica cosa che mi sono chiesta, dal momento che vanno sistemate fitte fitte, è stata quante caspita di patate ci vorrebbero per preparare teglie più grandi per più persone :o)
      PS In moltissimi casi purtroppo la risposta alla tua domanda è no :o(

      Elimina
  3. Mamma mia che bontà , mio figlio adore le patate e questa te la copio!!
    Bravissima
    buon lunedì!!
    Anna

    RispondiElimina
  4. hahahahaha, cara Vale, tu mi piaci perchè fai sempre riflettere oltre che cucinare. Non ho mai avuto un cane (anche se li adoro e sono i miei animali (domestici) preferiti) ma solo perchè abitando in un appartamento ed essendo sempre fuori casa per lavoro, trovo ingiusto lasciare solo un animale per tutto quel tempo. Per il rientro a casa, beh, sinceramente io sono quasi come un cane, non scodinzolo ma quando il mio compagno rientra dal lavoro gli faccio le feste :-)
    Penso che gli animali siano riconoscenti e non nutrano amore incondizionato per tutti gli esseri umani. In natura gli animali sono schivi, attenti, non danno confidenza; i cani sono addomesticati, umanizzati (anche troppo per quanto mi riguarda e come dice anche Cesar nella sua trasmissione su Cielo). Gli animali meritano rispetto e amore ma è giusto trattarli come animali e non come bambolotti o surrogati di esseri umani anche se come dice Fede qui sopra, in parecchi casi sono mille volte meglio degli umani.
    Ho scritto troppo, come al solito quando vengo dalle tue parti, le tue patate infilate nella teglia così di traverso, mi piacciono un sacco. Bacioni da una logorroica ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che c'è di più produttivo della parola? :o)
      Cesar è un idolo! Lo guardo sempre col mio fidanzato e non riusciamo davvero a spiegarci come faccia. Quando si avvicina a un grosso cane indemoniato e senza nè parlare, nè toccarlo si mette in posa Mussolini e lo fissa con sguardo severo e in due secondi quello si placa scoppio a ridere :o)
      PS purtroppo spesso anche un cane maltrattato ama il suo padrone :o(

      Elimina
  5. Buongiorno Valentina, questa riflessione mi piace tantissimo, io cani ne ne ho mai avuti, i miei non volevano animali e io non li ho mai chesti, poi vado a vivere con Lui e 3 anni fa mi regala un gattino bellissimo (non è stato comprato ma preso da una cucciolata di amici) ed è stato amore a prima vista. Si i gatti sono più schivi e meno coccolosi dei cani ma i li adoro. Poi con me quando torno a casa lui è sulla porta che miagola poi si facciamo testa testa per salutarci... beh io lo adoro il mio Vic di 3 anni grosso e peloso!! Comunque queste patate non le conoscevo ma devo dire che mi piace l'idea di cuocerle così perfette e condite in modo delizioso! Bravissima come sempre. Ti auguro una bellissima giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avere un animale durante l'infanzia è una bellissima esperienza, ma tu stai rimediando ;o)

      Elimina
  6. Ciao Vale :) Questo post mi ha fatto commuovere... sarà che sono facile alla lacrima, sarà che amo in modo incondizionato gli animali e il mio gatto... ma non posso non pensarla come te: cani, gatti &co. sono straordinari e donano un amore immenso, profondo e senza fine, puro... Queste patate sono deliziose, voglio provare a farle, le ho sempre viste ma mai preparate e mangiate! E' arrivato il momento ehehehehe! ;) Segno la tua ricetta, complimenti e un bacione :) Buon inizio settimana :)

    RispondiElimina
  7. uh le tue patate che bontà!!! le adoro fatte in questo modo anche se devo confessare che le patate mi piacciono in tutti i modi persino bollite con olio sale ed aceto :OP
    quello che scrivi riguardo al rapporto con i cani posso ben capirlo, io di cani miei non ne ho mai avuti, ma vado a cavallo, il rapporto intimo e speciale con l' animale so bene cos'è.
    un bacione tesoro e buona settimana!!!!!
    smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho idea di che tipo di rapporto si possa stabilire con un cavallo, perchè non ho mai avuto la fortuna di "frequentarli" :o) ma deve essere molto bello davvero.
      Baci.

      Elimina
  8. Ciao!
    Bellissimo questo post!! Io adoro gli animali in genere e ho un cane (e due porcellini d'India..), un labrador..e ne ho avuti anche altri, purtroppo mancati e sempre nei nostri pensieri. L'amore disinteressato che ti da un cane non ha eguali. Nessuno sa dare tutta questa fiducia ed affetto incondizionatamente..troppe persone non si meritano l'amore di un cane e, alla prima difficoltà, lo abbandonano senza troppi riguardi...si, gli animali sono molto, molto migliori di noi umani.
    Queste patate sono una favola, le devo assolutamente fare..intanto mi unisco ai tuoi lettori perché 'qui' mi piace molto!
    A presto, Roberta
    ..se vuoi sono qui: http://facciamocheerolacuoca.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, grazie per la visita e per esserti unita ai lettori.
      Passo subito a trovarti :o)
      PS Dopo anni, non passa giorno che non pensiamo o nominiamo Lilli.

      Elimina
  9. pensa un pò sono arrivata qua nel tuo blog proprio oggi che hai scritto questo bellissimo post sui nostri amici canetti. hai ragione su tutto. io ho avuto un cagnolone dai miei genitori che ci ha lasciato poco più di u mese fa dopo 11 anni di vita assieme. lui era mio fratello in ogni senso e la sua perdita è stata devastante. adesso col mio compagno ho una cagnetta di un anno; non saprei più come fare senza l'amore incondizionato e puro che solo loro possono dare secondo me.
    a parte questo il tuo blog è bellissimo e ti seguirò.
    ciao
    Nicole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicole, grazie per esserti unita ai lettori e per essere passata a trovarmi.
      Sai, sono passati tanti anni da quando Lilli non c'è più, ma è stato una presenza talmente importante nella nostra famiglia che ogni giorno capita qualcosa che ce lo ricorda e ce ne fa sentire la mancanza.

      Elimina
  10. sono corsa a leggere il post e mi ha toccato molto, perchè è quello che penso io, infatti sono al secondo cane in appartamento, tanto impegno e tanti sacrifici perchè l'amore come lo danno loro nessuno...e poi, è vero, difficile trovare un linguaggio comune, ma quanto reciprocamente si impara un codice condiviso loro sono diretti, sinceri genuini come molte persone no! e non parlano! vuoi mettere chi ti sta vicino ma ti assila di domande e parole...
    cmq anche le patate sono favolose, ma si sa che la tua cucina è un portento :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carotina ;o) grazie.
      Alla fine, se non hai un cane giusto perchè avevi voglia di comprartene uno e l'hai fatto, riesci davvero a definire un codice attraverso cui comunicare.
      Figurati che la sera, appena spegnevamo la TV in soggiorno, il mio Lilli se ne andava da solo a dormire perchè sapeva che era finita la giornata O_O

      Elimina
  11. quoto in pieno tutto il tuo discorso sui cani...nella vita vera difficilmente qualcuno ti può amare così!
    bella la tua teglia di patate, anche molto scenografica...ci farò un pensierino quando mi capiterà qualcuno per cena... ;)
    baci e buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il piatto è utilissimo perchè in definitiva le patate le teniamo sempre in casa, quindi anche all'ultimo minuto diventano un ottima risorsa con questa ricetta ;o)

      Elimina
  12. complimenti per la patate perfette e ben fotografate, eh si i cani si legano molto sanno farti una grande grande compagnia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero per i complimenti e per esserti unito ai lettori.

      Elimina
  13. mmmmmm!!! Si sente il profumo da qui! Un piatto molto semplice e rustico, preparato in maniera così elegante!! Bravissma come sempre! un bascio, Pattipa

    RispondiElimina
  14. Eccolo il post sui cani di cui mi parlavi! :)))))))
    Io ho una beagle (il saggio Paco è nato osservandola).
    Non ci si stanca mai dei nostri amici animali, sono una presenza fidata e rassicurante, pronti a condividere gioie e tristezze, non parlano, ma dicono tante cose!
    La tua teglia di patate è meravigliosa, non so se riuscirei a farne una così bella, ma ci proverò!
    Buona settimana ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eli.
      Hai detto benissimo, non ci si stanca mai.
      Buona settimana anche a te e Paco ;o)

      Elimina
  15. Ecco cosa vorrei trovare stasera al mio ritorno a casa: questa bella teglia di patate che cuoce nel forno caldo!
    Quanto ai cani, non ne ho mai avuto uno per mancanza di tempo e spazio, ma da qualche mese, quando posso, vado come volontaria al canile a portare a passeggio i cani. Spero così di regalare loro un pò di felicità e di fiducia nell'uomo (alcuni di loro sono terrorizzati e quasi non uscirebbero dalle gabbie). I loro occhi,vivaci o spaventati che siano, mi incantano sempre per la loro espressività e ho capito che il loro amore per noi è incondizionato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena.
      Fai una cosa davvero molto bella. Brava!

      Elimina
  16. Anche la mia cagnolina si chiama Lilli :) l'abbiamo trovata più di 10 anni quand'era un batuffolo di pelo ai bordi di una strada. Così l'abbiamo portata a casa :)
    Le tue patate sono molto carine da presentare e sicuramente gustose per come le hai aromatizzate, devo provarle!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avete fatto un'ottima cosa per voi e per lei!
      Un abbraccio a tutti e tre ;o)

      Elimina
  17. Valentina, che piacere conoscerti proprio con questa riflessione sui cani che condivido totalmente, in quanto appassionata coinquilina di una supercagnolina molto amata ;-) La ricetta ha fatto il resto, quindi che dire...mi aggiungo con piacere ai tuoi lettori. Alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere Margot e grazie di esserti unita a noi :o)

      Elimina
  18. buongiorno!
    Per chi ha un cane (io ne ho due) sono certa che le tue parole suonano sacrosante. E' un rapporto meraviglioso e incredibile quello che si innesca tra una persona e il proprio cane.
    Passando invece alle patate hasselback... Complimenti per la tenacia io le ho fatte una volta e poi ho detto "basta" ci vuole troppa pazienza!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti forse la pazienza in cucina non è la virtù dei forti, ma dei testardi :o)

      Elimina
  19. I miei figli lo chiedono continuamente ma purtroppo in appartamento in 5 sarebbe già difficile farci entrare un criceto... E i cani e tutti gli animali vanno rispettati, quindi se poi lo vorranno lo prenderanno quando saranno adulti. Io avevo una cokerina che si chiamava Kelly, un desiderio da bambina che poi per inesperienza non sono riuscita a sostenere purtroppo.....

    Queste patate sono davvero bellissime nella loro presentazione e molto gustose! Me le segno! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensaci bene Ely. Io ho dei ricordi di infanzia molto belli legati al mio cane e i tuoi figli, nelle foto che posti, mi sembrano degli ometti responsabili ;o)

      Elimina
  20. CHE MERAVIGLIA...NE AVVEO SENTITO PARLARE DI QUESTE PATATE MA ORA CHE LE HO VISTE DEVO PROPRIO RIFARLE!!!CON IL FORNO NORMALE SARA A 220°, GIUSTO????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale.
      Credo di sì, ma per sicurezza ti consiglio di consultare qualche tabella in rete.

      Elimina
  21. Condivido in pieno quanto scritto sui cani. sono adorabili davvero e se penso a quello dei miei, mi commuovo perchè penso di non aver mai conosciuto un essere cosi tanto generoso e pronto a dare amore, in modo cosi incondizionato.. :')
    scusami io poi mi commuovo..
    ma queste patate sono FAVOLOSE!!! CHE IDEA quella di tagliarli ma non fino in fondo. grazie per avercene parlato, non vedo ora di provare a fare cosi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che quando si tratta dei nostri cagnolini diventiamo tutti dei sentimentali.
      PS Non tagliare le patate fino in fondo solo se poi vuoi servirle ancora integre, ma se vuoi realizzare una teglia come questa in foto affettale per intero ;o)

      Elimina
  22. Mi piacciono moltissimo le patate Hasselback, le tue sono meravigliose! Brava come sempre. Ciao.

    RispondiElimina
  23. troppo buone queste patate e che bene ti sono venute!

    RispondiElimina
  24. Ahahah hai proprio ragione, chissà cosa pensano!
    Un altra cosa a riguardo che fa ridere me invece, è il notare come spesso, stando a stretto contatto, cani e padroni finiscano a volte per assomigliarsi..ci hai mai fatto caso??

    PS le tue ultime foto sono sempre più belle, mi sa questo periodo di pausa ti ha fatto davvero bene :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con questa cosa mi hai fatto pensare a una scena de "La carica dei 101" in cui si vedono passare coppie di cani e padroni praticamente identici.
      PS Grazie Vale, si vede che avevo bisogno di raccogliere le idee ;o)

      Elimina
  25. Ahahah vero!!!!! Forse è proprio da quel film che ho iniziato a notarlo!!!
    Walt Disney santo subito!! :)

    RispondiElimina
  26. A me è capitato di pensare una cosa del tipo un essere umano tenuto come "animale domestico" in una famiglia di cani :D !
    Le tue patate sono deliziose..le ho provate solo una volta, ma molto tempo fa..non avevo ancora il blog..sono assolutamente da replicare :) Ti abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, vedo che anche tu bene bene non stai :o) Mi consolo.
      Un abbraccione.

      Elimina
  27. Ciao, buoooone le patate così... la mia pulce impazzirebbe... e anche la mamma della pulce hahahahaha
    Le provo di sicuro!!!!!

    RispondiElimina
  28. ogni volta che vedo questa preparazione ne rimango affascinata e puntualmente mi dico che le devo preparare...puntulamente lo scordo...quindi è un bene che tu le abbia condivise ;-) sono splendide!

    RispondiElimina
  29. Nella mia vita ho avuto ben tre cuccioloni,due sono morti per vecchiaia, senza parlare dell'ultimo arrivato in casa di mio fratello! Sono molto legata a loro, posso assicurarti che anche se non parlano, ti sanno dare tanta gioia! Buonissime queste patate e ben presentate, devo provarle! Ciao

    RispondiElimina
  30. Quanto mi piace ciò che hai scritto: ho un amico peloso quindi so cosa significa il rapporto uomo-cane! *_*
    Le patate sono buonissime e le foto sono di una bellezza...bravissima! :)

    RispondiElimina
  31. Io ho un coniglietto nano che gira per casa la sera si sistema sul tappeto e guarda la tv con i miei, ormai è uno di famiglia, un fagotto coccoloso e buffissimo che amiamo tutti :-)

    RispondiElimina
  32. Purtroppo non riesco ad avere un buon rapporto con i cani, ma con le patate vado d'accordissimo!

    RispondiElimina
  33. La tua riflessione sui cani è molto dolce..presto avrò un cucciolo di bracco di weimar e sono emozionatissima al solo pensiero!
    Queste patate sono uno spettacolo!
    baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lavinià, sono andata a googlare per vedere che cane fosse :o)
      Davvero stupendo, ti invidio!

      Elimina
  34. Ciao Valentina! Piacere di conoscerti e grazie di essere passata a trovarmi! Che bello il tuo blog...le foto poi sono meravigliose!!! Mi unisco ai tuoi followers :)
    Condivido in pieno quello che dici sui cani, io ne ho sempre avuti fin da quando sono nata e non c' è nulla di più bello delle "feste" che ti fa un cane quando entri in casa!!
    Queste patate sono gustosissime!!! Un bacione e buona giornata!
    Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cia Simona, grazie sia per essere venuta a trovarmi qui "a casa" che per esserti unita ai lettori.

      Elimina
  35. Sei davvero dolcissima mia cara, è un piacere riuscire a lasciare un segno del mio passaggio stamattina! Sappi che ti leggo sempre!
    Un bacio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stamattina è un piacere entrare qui e trovare questo segno :o)
      So che sei molto impegnata. Ti auguro il meglio per tutto.
      Un abbraccione!
      PS Ma sai che non vedo l'ora che arrivi il freddo per poter finalmente gustare tutti i tipi di tè che mi hai mandato? Qui l'estate dura 6 mesi -.-

      Elimina
  36. Ciao volevo invitarti al nostro concorso:
    http://orodorienthe.blogspot.it/2012/10/buongiorno-tuttei-voi-e-con-viva-e.html

    RispondiElimina
  37. Cara Valentina, con me sfondi una porta aperta. Ho un cane da due mesi (un cane che ne ha passate tante) e la sua riconoscenza e il suo affetto sono davvero incredibili. Ci fa capire ogni giorno che l'unica cosa che vuole è stare insieme a noi, non chiede niente, non chiede di uscire, non chiede di mangiare. Vuole solo stare appiccicato a noi e non perderci di vista. Sono esseri splendidi e se penso che questo essere semplice e sensibile stava per finire per la seconda volta in un canile, mi viene la pelle d'oca. Quindi grazie per aver scritto questo post!!!
    Che dire del tuo piatto, io non lo conoscevo. è molto scenografico e la foto è splendida! Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina :o)
      Questa è senza dubbio la cosa che più mi colpisce: loro VOGLIONO stare con noi. Vengono proprio a cercarti come a dire "dai, stiamo un po' insieme".

      Elimina
  38. Come cogli nel segno... ci pensavo stamani a quanto sanno darmi i miei cuccioli... ho un cane e un gatto e, anche se in modo diverso, entrambi colgono ogni occasione per dimostrarmi quanto sono felici di vedermi: la mattina quando mi alzo (anche se hanno dormito con me tutta la notte), quando esco dal bagno (anche se ci sono stata dieci minuti), quando il cane torna dalla passeggiata mattutina con il mio ragazzo e quando usciamo tutti e tre insieme. E quando rientriamo a casa da lavoro e me li ritrovo seduti davanti alla porta, che uggiolano e miagolano per darmi il benvenuto... come si fa a non amarli?
    Ho tentato una volta di preparare le patate alla Hasselback ed è stato un fallimento.... ma la tua foto è così bella che mi hai messo voglia di riprovarci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai fatto venire in mente che quando la notte mi alzavo per andare in bagno Lilli mi faceva le feste :oD
      PS Persevera con le patate!

      Elimina
  39. Ciao Valentina,piacere di conoscerti ti ringrazio per essere passata da me,ti faccio i complimenti per la tua ricetta e per l'amore che nutri verso gli animali,lo condivido.
    Voglio seguirti spero deciderai di far lo stesso mi farebbe piacere.
    zagaraecedro.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ketty, ti ringrazio.
      Mi unisco volentieri ai tuoi lettori :o)

      Elimina
  40. Ho una gatta, che adoro e che per quanto possa sembrare strano riempie con tanto amore la nostra vita!! Capisco e approvo quanto hai scritto.
    Le patate invece sono così perfette!!!!!! ...quanti ti ammiro, io sono l'imperfezione fatta persona :)
    Un bacione enorme!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lory, ma se vedessi come giro combinata per casa non mi troveresti più così perfetta.
      Un bacione :o*

      Elimina
  41. non ho animali domestici in casa, semplicemente perchè credo che hanno bisogno di attenzione e, non avendo tempo per me, preferisco evitare!!Ma mi piacerebbe tantissimo avere un cane da coccolare :)! sono sicura che la ricompensa sarebbe tripla da parte sua!
    sono completamente d'accordo con le tue parole :)!
    queste patate, come ogni tuo piatto, è semplicemente perfetto :))!!
    Baci
    Sara

    RispondiElimina
  42. io ho una cagnolona e una gattona :) , ps buonissime le patate!

    RispondiElimina
  43. Io ci ho scritto addirittura un libro!! Ho sempre avuto gatti e non cani ma sempre amici a quattro zampe sono ... Io sono assolutamente sicura che ci parlano e sai cosa ho dedotto nel mio libro? Che loro capiscono noi ma noi non capiamo loro, almeno non sempre!
    Bella la ricetta, brava :-)

    RispondiElimina
  44. L'amore degli animali è incondizionato, e trascende e prescinde dai canoni esteriori che solitamente condizionano gli essere umani...

    RispondiElimina
  45. ma sai che questa ricetta ce l'ho anche io in archivio? è arrivato il momento di postarla!

    RispondiElimina
  46. Semplicemente fantastiche! anche iole ho fatte per il blog :') se ti va passa a vederle (sono sotto l'etichetta "svezia").

    Un bacio!

    RispondiElimina
  47. Che meraviglia!!! mi sono immedesimata completamente con le tue riflessioni sui cani, il tuo pensiero è esattamente il mio!!:) Ti consiglio di leggere uno straordinario libro di Paul Auster, "Timbuctù" che parla di un cane dal punto di vista....del cane stesso. Mi sono commossa quasi alle lacrime e l'ho consigliato agli amici che potevano apprezzarlo! un abbraccio e complimenti per il blog! Miriana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Miriana, per i complimenti e per il consiglio di lettura :o)

      Elimina
  48. After a while, you realize that they have probably saved your life a couple of times.
    These simple tips will help you enjoy your e-bike ride and prolong the life of
    your battery and e-bike. A larger motor will be needed on rocky or muddy roads and when you are riding against a strong headwind.
    Some of the facts that would be interesting for anyone are
    '.

    Feel free to surf to my web page; จักรยานไฟฟ้า

    RispondiElimina

Per qualunque commento, o anche per eventuali perplessità, scrivetemi pure. Sarò lieta di rispondervi (nessuna parola di verifica richiesta).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...