martedì 5 febbraio 2013

(non chiamiamola) ricetta per l'aperitivo: Chiocciole di Sfoglia, Pancetta e Parmigiano

Non molto tempo fa sono giunta a una conclusione socio-gastronomica:
esistono personalità sala da tè  e personalità disco/aperitivo, quelli che scelgono un posto perché confortevole e accogliente vs quelli che "ma qui non c'è gente, andiamo là".
Tralasciando il fatto che trovo imbevibili i superalcolici e che sono di un'ignoranza estrema per tutto ciò che riguarda il mondo del vino, io sono decisamente una personalità da tè. Mi piace una comoda poltroncina, una tavola ricca di piccoli biscotti dalle forme e dai profumi diversi, l'attesa del tempo di infusione della mia bustina nella tazza di porcellana bianca, l'acqua limpida che pian piano si colora di venature ambrate, le confidenze...
Dall'altra parte c'è un pouf fatto per culi taglia 40 su cui stare precariamente appollaiati fingendo la massima disinvoltura, una concentrazione demografica di persone per metro quadrato che manco un allevamento intensivo di capponi a Natale, bicchieroni contenenti fuoco liquido da sorseggiare con due (ma perchè?) cannucce, una musica che ti fa vibrare le interiora fin nel profondo interferendo col battito cardiaco (che Dio ce la mandi buona), l'amico accanto a te che, benchè stia gridando a un volume che a confronto i caccia bombardieri conciliano il sonno come la risacca del mare, ti svela il terzo segreto di Fatima, la risposta ultima al senso della vita, ma tu non lo saprai mai perchè fra lui e il pesce nel  fichissimo acquario incassato nel muro non c'è alcuna differenza.

Un'ultima cosa, quello che vedete in foto è sidro di mele :o)

***

Con questa (non) ricetta non mi sono inventata proprio niente di nuovo, nessuna idea geniale, solo uno stuzzichino da preparare in extremis, un salvaperitivo (concedetemi il neologismo) che può davvero essere declinato in una varietà di sapori quasi infinita.
Ho già visto queste chiocciole in giro in rete e se anche voi ne avete preparate, magari
lasciate il link nei commenti, così darete altre ispirazioni a chi si trovasse a leggere.




Stendete la pasta sfoglia sul piano da lavoro, cospargetela di parmigiano grattugiato e tagliatelo a strisce larghe un dito. Poggiate sopra a ciascuna striscia la pancetta e arrotolatela su se stessa formando delle "girelle" che disporrete su una placca da forno rivestita di carta da forno distanziandole un po'.
Infornate a 180° per circa 20 minuti o comunque fino a che le chiocciole non risultino dorate e ben cotte anche al centro.
Servitele assieme alle bollicine :o)




NOTA: per ottenere delle chiocciole piccole, della misura che vedete in foto, dovrete tagliare a metà lunghezza le strisce di sfoglia; io ho usato della pancetta arrotolata che poi ho "srotolato" (molto facilmente) seguendo le venature delle fette, ma voi scegliete pure la varietà che preferite.

55 commenti:

  1. Forse con due cannucce i fumi dell'alcol arrivano prima al cervello? Chissà. In ogni caso l'allevamento di capponi mi ha regalato una gran bella risata :))))
    Desamente tipo da tè, sì sì senza ombra di dubbio.
    Probabilmente neanche il sidro di mele riuscirei a bere ma in compenso spazzolerei via benissimo quelle sfiziose girelline :D!
    Ne sai uan più del diavolo, geniale l'idea di srotolare la pancetta.
    Un bacione baby, buona settimana

    P.S. white forever white ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti dico nei locali qui a ferragosto che delirio si scatena, altro che capponi.
      PS per dirla come quelli della Apple "il bianco è il nuovo nero" ;o)

      Elimina
  2. Ciao anche io preferisco il tea anche se non disdegno che qualche volta possa piacere anche altro. Carine le tue chiocciole salva aperitivo! Un abbraccio Paola

    RispondiElimina
  3. Concordo in pieno. Oltre a non capire nulla di alcolici non li reggo neanche. L'unica cosa che conosco e bevo è la caipiroska alla fragola (e se non c'è alla fragola prendo acqua tonica perchè è l'unica parola di riserva che conosco al volo).
    Però le due cannucce te le spiego io...
    Io ci raccolgo il ghiaccio e lo mangio (specie se è pestato).
    Le uso come fossero bacchette ._.
    Lo so, ho dei problemi.
    Comunque si,anche io sono decisamente un tipo da tè. <3

    RispondiElimina
  4. è bello sapere che non sono l'unica ad aver pensato le stesse cose nella vita! si, anche io sono una da saòa da tè, biscottini, croissant, cappuccino, torte...ma...vi prego, non mi fate bere birra o superalcolici, perchè io sono come i bambini, se posso scegliere all'aperitivo, o succo ace o coca cola!!!! odio quella confusione, quei vestiti alla moda tutti uguali...vuoi mettere un vestito vintage, una scarpa particolare, un cappellino....in una sala da tè nella campagna inglese? ah, sto sognando....ma anche questa è poesia.le tue ricette sono poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh, io sono quella del succo di pera con ghiaccio :o)
      Ciao fatina :o*

      Elimina
  5. ciao Vale, rieccoti!!! neanche a farlo apposta, una ricetta "non ricetta" come dici tu, l'ho fatta un paio di settimane fa, ecco il link:
    www.dolcementeinventando.com/2013/01/chiocciole-sfogliate-al-pomodoro-e.html
    Buone le tue con la pancetta!!! Io sono tipo sia da aperitivo che da té...diciamo che non disdegno nulla e godo dei piaceri della vita...hehehe

    ps. fammi sapere se posso inserirti in quella lista di cui ti parlavo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dimenticavo: ti ho ringraziato pubblicamente in questo post http://www.dolcementeinventando.com/2013/02/petits-fours-di-mandorle-al-profumo-di.html

      Elimina
  6. sono buonissime, il parmigiano non l'ho mai aggiunto e pigra come sono arrotolo prima tutto e taglio le girelle solo dopo;-)

    RispondiElimina
  7. Ma che belline (e bbbone!)
    prendo nota grazie!

    RispondiElimina
  8. Ecco, siamo molto vicine allora :)
    Anche se mi piacciono gli aperitivi casalinghi e questa è un'idea sfiziosissima e golosa!
    un bacione grande mia carissima Vale :*

    RispondiElimina
  9. Ti dico solo che mi è venuta l'acquolina..e ho detto tutto...che spettacolo, mamma mia !
    Anche io non sono da super alcolici..il mio massimo una birra..e un dito di vino..non vado altre..
    Un abbraccio :**

    RispondiElimina
  10. Ahahah! Mi hai fatto morire..! Si, credo anche io di essere decisamente una personalità da té, infusi, tisane e biscottini! Una personalità da copertina e divanuccio comodo comodo che se anche il criceto dorme è un piacere ascoltare il silenzio. Però queste girelline sono fantastiche, l'abbinamento col sidro è definitivo! Peccato che non possa mangiare formaggi, mannaggia.. sei stata super come sempre! :) P.s. sto per mettere su il té.. ti aspetto? Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preparane una tazza anche per me, Ely cara!
      Baci
      Elli

      Elimina
    2. Accetto sempre con piacere un invito per il tè e poi chissà che sfizioserie accompagneresti :o)

      Elimina
  11. Lo so, lo so, queste le so fare anche io... (come dire, le fan tutte...?) eh, però hai fatto bene a rimetterle in gioco: sono facilissime, buonissime e si fanno in pochissimo tempo! Poi, io adoro sì, il tè con i biscotti e le chiacchiere tra amiche, ma sono una che l'aperitivo, se può, se lo fa sempre. Adoro anche gli alcolici, per carità... non me li faccio mancare. Quindi: stappa una vino bianco frizzante e voilà, arrivo! Baci
    Elli

    RispondiElimina
  12. Forse non sarà un'idea geniale ma queste sono le ricette che amo di più in assoluto.
    Sono folle?
    Non saprei ma credo che qui la creatività ha modo di prendere davvero il volo.
    Buona serata mia cara

    RispondiElimina
  13. Il te non mi fa impazzire, ma l'idea di raggomitolarmi su un divanetto a mangiare i biscottini che lo accompagnano, si mi piace molto. Queste girelle con la pancetta saranno semplici e veloci, ma sono squisite. :) Rosalba

    RispondiElimina
  14. Idem tesoro sono per il tè da sempre anche quando ero ragazza ho sempre odiato le discoteche e preferito ambienti caldi ed accoglienti!
    Questi salvaperitivo sono davvero spaziali!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  15. figurati, io non tocco una goccia d'alcol, detesto chi va in giro a ubriacarsi e basta e preferisce lagggentegggiusta a una buona tazza di tè con fetta di torta :) , però un bell'aperitivo analcolico con queste girelle..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lagggentegggiusta... vado in giro, faccio cose, vedo gggente :o)
      PS Io ordino spesso analcolico bianco infatti.

      Elimina
  16. queste girelle sono davvero una tira l'altra...io potrei mangiarmele tutte in una volta, sai?!
    Che vergogna, ma perchè dire le bugie ;)?!

    RispondiElimina
  17. Posso unirmi al club della sala da tè?
    Non disdegno l'aperitivo, ma a casa di amici dove sbocconcellare cose buone e fare due chiacchiere senza rischiare di rovesciarsi addosso il bicchierone causa gomitata di un "cappone" di passaggio!
    Le girelline con la pancetta sono deliziose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Eli, la sala da tè di RIC è idealmente senza limiti di accoglienza :o)

      Elimina
  18. wella che ricettina super sfiziosa! :)

    RispondiElimina
  19. Mi piace il neologismo salvaperitivo! ;-) io preparo una cosa simile con la pasta per la pizza..anche quelle si prestano a tantissime varianti di ingredienti..un bacio cara Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara :o)
      Hai ragione, anche quella è una grande risorsa.
      Baci.

      Elimina
  20. Ciao Valentina, decisamente tè con una bella collezione di biscotti, figurati che non bevo neanche la birra!!!!
    Deliziose le tue chioccioline!!!
    Bacioni, buona serata :))

    RispondiElimina
  21. Aahahahahah bellissimo questo post :D Anche io sono una personalità da tè, decisamente... però confesso che da ggiovane :D sono stata anche dall'altra parte, poi mi sono stufata, dopo un po' non se ne può più eh... soprattutto se sei una personalità da tè ;) Buonissime queste chiocciole, voglio farle! :) Un abbraccio e complimenti, buona serata :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io lo dico sempre che non ho più l'età :o)

      Elimina
  22. sei forte Vale! pensa che io bevo solo acqua, ne tè e tanto meno alcolici..della serie se mi metti la bottiglia in tavola o te la togli o mi devo mettere i guanti per toglierla!!
    chioccioline moooooolto sfiziose!! ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  23. stupendissima sei!!!! complimentissimi x la ricetta!

    RispondiElimina
  24. quanto adoravo aperitivi, locali, gente.. poi sono diventata intollerante al caos, e ora quanto amo il mio dovano, la tisana e due biscottini.. anche tre.. e sopratutto in estate adoro preparare piccoli aperitivi da gustare al tramonto.. anche io ho fatto una cosa simile a grissino, tra l'altro uno dei miei primissimi post, e trovo siano fantastici!!!! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora anche per te vale quello che dicevamo poco più su con Valentina :o)

      Elimina
  25. Io sono decisamente tipo da sala da tè! E sono anche il tipo che se ne va via da un locale c'è troppa gente, troppo rumore e non sento i miei interlocutori.. Belle le tue chioccioline, soprattutto perchè a me l'aperitivo piace fatto a casa e con cibi home-made! ^_^

    RispondiElimina
  26. A me Vale piacciono entrambe le cose...mi vuoi bene lo stesso?..ah!ah!ah!
    Mah, diciamo che non amo particolarmente il caos, ma ci sono locali che sono una giusta via di mezzo...poi io sono cresciuta con i bàcari nei campielli veneziani..un sacco di gente in strada che mangia e beve a suon di musica in sostanza...e la cosa a me piaceva molto!
    Sul tè mi sto preparando Vale, nasco 'caffeinomane', ma sto studiando..torno questa sera dalla lezione sul tè (parte del corso sulle spezie), magari mi converto! :-)
    Ottimi questi stuzzichini, buoni e belli!
    Ti abbraccio! Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo Roby :o)
      Beh, ma la scena che descrivi tu è molto più poetica di un locale fighetto.
      PS Bello il corso sulle spezie.
      Un bacione fortissimo :o***

      Elimina
  27. buoneee però! adoro gli stuzzichini con la pasta sfoglia! la tuà modalità è nuova, io in genere arrotolo tutto, metto il rotolo un pò in frigor e poi taglio le fette per fare le girelle! ci sono sempre diversi modi di fare le cose, anche le più semplici ed è sempre interessante sbirciare nei post altrui!!!
    le più buone che ho mai fatto, sono con zucchine, speck e philadelphia
    http://carotinabbrustolita.blogspot.it/2012/06/girelle-di-zucchine-formaggio-e-speck.html
    ciao!

    RispondiElimina
  28. Ciao,
    ho letto il tuo post e apprezzato tantissimo la tua ricettina!
    Anche io sono più personalità sala da tè.. forse lo sono sempre stata. E ancor di più lo sono diventata da quando sono diventata mamma (poco più di 2 anni fa)... mi piace sedere comoda e senza troppo rumore... parlare senza dover urlare! Ancor di più però mi piace stare a casa (con la mia famiglia, qualche amico..)e preparare io.. qualsiasi cosa, un tè con pasticcini o un aperitivo.. insomma come la metto la metto.. sempre un tipo non da disco sono!
    Carinissime queste girelline mignon, chissà se riuscirò a rifarle così piccole e graziose!
    Brava. Federica.

    RispondiElimina
  29. Ok, non la chiamerò ricetta, ma è un amore!

    RispondiElimina
  30. Ohi Vale, mi piace questo connubio tra psicologia e cibo anche perchè cogli sempre degli aspetti di vita quotidiana :-)
    Probabilmente dipende anche dall'età: a 25 anni tolleri meglio certi ambienti, invecchiando si preferiscono altre soluzioni.
    Per quanto mi riguarda, io rifuggo da tutto ciò che è affollato forse perchè vivo 11 mesi l'anno in metropolitana.
    (non) ricetta di tutto rispetto e quei calici: una meraviglia!!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi a cosa serve una laurea in psicologia? :o)
      Tempo fa una di 40 suonati che conosco mi fa "siamo andati all'X - non ricordo il nome molto cool - ma era pieno di ragazzini". Non ho potuto non dirle che erano lei e co. l'anomalia.
      PS I calici sono Pommery. Già la ricetta era parodiana, almeno mi son data un tono ;o)

      Elimina
  31. La pasta sfoglia pronta è davvero un alleato in cucina.. ci si fa di tutto.. dagli antipasti.. alle torte salate.. ai dolci! Bella e sfiziosa la tua proposta! bacioni :-)

    RispondiElimina
  32. Quando le mie amiche bevevano i cocktel ..io ero quella del succo all'ananas ^_^
    Non bevo l'aperitivo..... Ma gli stuzzichini li adoroooooooooo!!!! Le tue girelle sono proprio da copiare :p
    Ciaooooooooo

    RispondiElimina
  33. complimenti per l'ottima idea e per la splendida presentazione...sei molto brava e il tuo blog mi piace molto...io ti seguo se ti va ricambia,a me farebbe piacere davvero ^_^

    RispondiElimina
  34. Sarà una semplice ricetta e magari banale ma io nn riesco a farle venire belle come le tue!!!!
    Io sono sia per una buona tazza di tè ma anche per un buon bicchiere di vino della serie nn mi faccio mancare nulla!!!!!
    Ciao a presto da Claudette

    RispondiElimina
  35. Anch'io sono una personalità da tè, ma questa idea e le foto sono comunque bellissime e tu sei BRAVA!
    Un abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace, mi piace mi piace, l'idea della personalità da tè ma anche questo antipastino sfizioso e l'idea di servirlo con il sidro di mela!!! Bravissima un 'idea nuova gustosa e genuina...a presto Manu

      Elimina
  36. Io sono per entrambe anche se devo dirti che da quando sono a dieta bevo il tè per accompagnare il pasto sarò fuori? Quindi come vedi tè e salato/aperitivo e antipasto tutto insieme! Ci stà di un bene con queste girelle stra saporite e golose!!! Un bacione

    RispondiElimina

Per qualunque commento, o anche per eventuali perplessità, scrivetemi pure. Sarò lieta di rispondervi (nessuna parola di verifica richiesta).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...