martedì 19 febbraio 2013

Fusi di Pollo Speziati alla Birra: il lato "rude" di RIC

Vorrei ringraziarvi con sincera gratitudine per tutte le volte che avete scritto su questo
mio piccolo spazio dicendomi di trovare eleganti le presentazioni, di gusto le stoviglie (ora pare debbano chiamarsi props, accessori di scena :o) e curati nei dettagli i dessert.
Ma i fornelli di "Ritroviamoci in cucina" sono testimoni anche del passaggio di panini con  prosciutto e maionese, cuori di pollo saltati in padella, costolette d'agnello grigliate da mangiare rigorosamente con le mani, chili di pepata di cozze (solo nei mesi giusti) coi crostini all'aglio sul fondo del piatto, alici fritte e altre cose decisamente poco romantiche, ma che racchiudono un gusto tutto speciale e che mi riprometto di proporre più spesso 
qui anche se il vostro entusiasmo per i dolci è innegabilmente più marcato.

Oggi niente dolcetti delicati, tazze da tè, strati di impalpabile zucchero a velo.
Oggi è il momento di una ricetta dai sapori forti, dall'aspetto rustico, servita in una teglia
sbruciacchiata ai bordi e con un sughetto tutto da raccogliere dal fondo col pane.

Questo piatto è semplicissimo da preparare e l'unica accortezza che richiede è di
lasciar marinare i fusi con tutte le spezie per una notte prima di cuocerli in modo da far penetrare nelle fibre tutti i profumi che lo renderanno gustosissimo.
In questa versione non sono piccanti, ma se il peperoncino non vi dispiace, aggiungetelo
pure nella quantità che ritenete opportuna agli ingredienti della marinata.

Ringrazio Sweetmiaomiao per avermi menzionata sul suo blog.




Per 6 fusi di pollo
In una ciotola capiente versate 1/2 cucchiaio di aglio in polvere, 3 cucchiai di paprica dolce, 2 cucchiai di curry giallo, 2 cucchiaini di senape in polvere (usate pure la salsa se non trovate la polvere), 1 cucchiaio di salsa barbecue, una generosa macinata di pepe fresco e 50 ml di birra chiara (ve ne serviranno 200 in tutto).
Mescolate con una forchetta per amalgamare il tutto e versate nella ciotola i fusi di pollo, quindi "massaggiateli" brevemente con la marinata e trasferite il tutto (pollo e marinata) in una busta per alimenti facendo uscire fuori tutta l'aria, chiudendola con molta cura in modo che i liquidi non possano fuoriuscire.
Lasciate in frigorifero per una notte intera - se preparate i fusi per cena marinateli dalla mattina - e al momento di cuocerli, distribuiteli in una teglia che li contenga di misura per evitare che il fondo si disperda bruciando eccessivamente in forno, versate altri 150 ml di birra e aggiungete il sale.




Cuocete per un'ora a 200°. Durante la cottura voltate di tanto in tanto i fusi e dopo mezzora bucherellatene la pelle. Questa manovra aiuterà la pelle ad asciugarsi (non troverete quel fastidioso strato di grasso morbido sottopelle mangiando il pollo) e renderà il sughetto ancora più gustoso (non è un caso se nella marinata non c'è olio).
Servite i fusi caldissimi.



44 commenti:

  1. Ma ben vengano questi piattini così schietti, sinceni ma tanto buoni. La cucina deve essere "de core e de panza!" come si direbbe qui a Roma.
    ... Anche se è "poco romantico" diciamo che spesso "poco importa".
    Un bacio bella!

    RispondiElimina
  2. A parte il fatto che riusciresti a presentare con 5 stelle anche una ciotola di pane e acqua…ai piatti della nouvelle cuisine preferisco di gran lunga quelli rustici di casa e se da mangiare con le mani ci provo anche più gusto. Non sarà proprio elegantissimo ma vuoi mettere la soddisfazione di leccarsi le dita dalla splendida laccatura di quei cosciotti di pollo :D? Verrebbe voglia di afferrarne subito uno da quanto sono belli coloriti e lucidi. Peperoncino?!?!? Eccerto che ce lo aggiungo, ci mancherebbe pure! Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima volta mi sa che anche io li farò piccanti, dipende sempre da chi li mangia con me :o)

      Elimina
  3. Che bellezza queste coscette!! Guarda, è vero che sei sempre raffinata, dolcissima e curata in ogni cosa che fai.. ma ti dico anche che le cose 'caserecce', 'rustiche' e semplici.. mi fanno letteralmente impazzire! Trovo non ci sia nulla di più bello che addentare una coscia di pollo tenendola tra le mani: e le costine? Vogliamo mettere le costine quando iniziano le grigliate della bella stagione? No, non ha prezzo.. e senza mastercard! :D Grande, grandissima, cara! Un abbraccio e un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulle costine non si discute, secondo me in paradiso le servono a tutte le ore! :o)

      Elimina
  4. Sarà anche rude ma...che goduria!!! Da leccarsi baffi e polpastrelli!!! :-) hahaha

    RispondiElimina
  5. Nonostante tutto il tuo lato elegante, si svela anche qui...in questa foto meravigliosa che tanto rude a me non appare...ciao cara Vale! I love chicken! :)

    RispondiElimina
  6. Beh ma anche il lato rude di RIC ha il suo fascino... basti guardare questi fusi di pollo... stupendi, da fame immediata :) Io poi adoro il pollo, lo mangerei tutti i giorni (lo mangio quasi tutti i giorni ora che ci penso...) Un abbraccio e complimenti, buon lunedì :*

    RispondiElimina
  7. Ciao Valentina, buono, buono, buono e con quella puccina ci mangerei chili di pane, bravissima è una ricetta gustosissima!!!!
    Bacioni, a presto :))

    RispondiElimina
  8. Dire che queste cosce di pollo sono succulente è dire poco...favolosa anche sui salati!

    RispondiElimina
  9. mamma mia che invitanti che sono... da divorare

    RispondiElimina
  10. deliziosissimo questo piatto daleccrasi rigorosamente le dita!

    RispondiElimina
  11. OH brava qui si che si si sporca le mani, guarda tu che delizia!!!!!! Lecco baffi e dita! Un bacione

    RispondiElimina
  12. Buonoooooooo!!
    Bellissimo come sempre!!!!

    RispondiElimina
  13. Che buono! Io il pollo lo faccio sempre nella stessa maniera, invece questa ricetta mi piace e sembra facile.la provero' sicuramente
    Ciao Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il pollo corre un po' il rischio di sembrare sempre la stessa cosa, tocca ingegnarsi :o)

      Elimina
  14. mmmm...squisiti!
    Pensa che li ho comprati al super proprio stamane....dei bei fusi cicciottelli!

    RispondiElimina
  15. Del buonissimo, sano e saporitissimo piatto e alla faccia di tutti i piatti scicchettosi che a volte fanno tanta tristezza qui ti consoli e fai anche la scarpetta finale!!! Un bacione, Imma

    RispondiElimina
  16. Adoro il pollo alla birra e adoro la scarpetta nel sughetto.
    Così speziato non l'ho mai provato!
    Oserò

    RispondiElimina
  17. mi strapiace!! Mi prendi per la gola con il pollo!! buona settimana!!

    RispondiElimina
  18. no mi dispiace, sei chic uguale! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, sono io, Vaniglia, il tuo blog mi disconosce?

      Elimina
    2. Appena ho letto Unknown c'ho clickato e si è aperto (ovviamente :o) un profilo anonimo. Che fu?

      Elimina
  19. Guarda personalmente adoro il salato,sono una gran golosona di dolci li amo ma davanti ad un piatto salato come questo o una bella porzione di lasagne mollo di sicuro il dolce anche il mio preferito.....daccordissimo con Ely anch'io trovo che i piatti rustici ben fatti non hanno prezzo!!!!
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io davanti alle costolette d'agnello dimentico qualsiasi dolce ;o)

      Elimina
  20. si, ma lasciatelo dire...anche se preferiamo i dolci perchè siamo delle golose...il tuo pollo non ècome il pollo di chiunque cucina un pollo (o i fusi, nessuna differenza!)...il tuo amore in quello che cucini si vede, e quasi si sente! che fame m'hai fatto venire! e stasera salterò la cena perchè vado a una riunione alle 18 e chissà a che ora finisce...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatina, sono le 18:16 ... spero tu ti sia portata del pollo nella borsetta ;o)

      Elimina
  21. Fusi già in forno!
    Vale, ma la birra si sente? A me piace solo se non si sente. Che dici?
    Brava come sempre, io mangerei tutto quello che esce dalla cucina fosse anche lo strofinaccio sporco che finisce in lavatrice (bleah! Che immagine orribile...)
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ro' :o)
      Alla fine non si riconosce il sapore della birra. Da quel tocco che si fonde con le spezie (almeno con la birra chiara che ho usato io).
      :o************

      Elimina
  22. Ci vuole classe per presentare dei fusi così bene, e tu cara Valentina ne hai da vendere.
    Complimenti per ogni cosa che fai.
    Ricetta salvata!
    Buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
  23. Che belli questi fusi, da addentare all'istante! E chissà che buono il sughetto speziato!

    RispondiElimina
  24. Che delizia, le cose marinate mi piacciono molto, poi con questi gusti intensi... Lo farò il prima possibile, un bacione!

    RispondiElimina
  25. Beh piatto schietto Vale, ma pur sempre bellissimo...immagino vengano gustosissimi con questi odori e la lunga marinatura..hanno un aspetto golosissimo!!!
    Bacioni amica!!! Roberta

    RispondiElimina
  26. oh, bedda matri santissima che meraviglia, non si può vivere solo di dolce no? ;)
    quel sughetto...
    :*
    Cla

    RispondiElimina
  27. sei cosi brava a cucinare e fotografare, che qualsiasi cosa posti è "elegante"..anche questi fusi :)!
    Brava :)!

    una bella idea per una cena alternativa :)!
    Grazie
    Sara

    RispondiElimina
  28. Rude? A me sembra molto elegante anche questo di piatto e con tutta la sua rusticità.
    Complimenti davvero e a presto,
    Alessandra

    RispondiElimina
  29. Ma una ricetta salata ogni tanto ci vuole anche in un blog dolce come il tuo :D E questa mi piace molto visto che adoro birra e spezie!
    Bravissima sia con i dolci sia con i piatti salati :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  30. Il mio pulcine potrebbe uccidere per una ricettina così...adora il pollo, ma seconod lui dovrebbe avere solo le cosciette, perchè mangia solo quelle e 2 sono sempre poche (ha solo 5 anni per fortuna!!!)
    Davvero bella la tua ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita! A cinque anni apprezzerebbe già un piatto così speziato? Complimenti! :o)

      Elimina
  31. Una proposta molto gustosa e aromatica!
    bacioni

    RispondiElimina
  32. credo che tu riesca a rendere eleganti anche delle cosce di pollo, davvero la presentazione è molto fine!! poi tesoro, che buone.. mi fanno una voglia con tutti quei sapori e quel sughetto.. e adesso che è ora di cena e non le ho qui come faccio????? ti abbraccio

    RispondiElimina
  33. Non bevo nessun tipo di birra o alcool. Se può usare il brodo di pollo invece? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :o)
      Forse il brodo di pollo misto al grasso e ai succhi dei fusi in cottura potrebbe darti un gusto troppo penetrante, magari è meglio del brodo vegetale con gli odori che ti piacciono.
      Un'altra alternativa potrebbe essere quella della birra analcolica.
      Spero di esserti stata utile.

      Elimina

Per qualunque commento, o anche per eventuali perplessità, scrivetemi pure. Sarò lieta di rispondervi (nessuna parola di verifica richiesta).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...