martedì 22 gennaio 2013

Crostata di Riso, note musicali e ingredienti

L'altra volta ho accennato al fatto che all'inizio dell'avventura di questo blog
gli amici più stretti mi "rimproveravano" di inserire solo ricette difficili. Oggi mi è venuta
in mente un'altra delle considerazioni a cui mi è capitato di dover rispondere (a parte la 
sempreverde domanda "ma ci guadagni? ma allora perchè lo fai?" con sorrisino compassionevole/divertito annesso). 
Mi è stato detto "ma se pubblichi troppo spesso poi non finisci le ricette?". Io rispondo sempre con un'argomentazione che secondo me esaurisce la questione in maniera veloce e incontrovertibile. Dico loro che esistono solo sette note, eppure quanta musica c'è al mondo dacché l'uomo ha scoperto la melodia? Quante infinite combinazioni a comporre 
un universo musicale destinato ad ampliarsi giorno dopo giorno senza mai trovare fine?
Gli ingredienti di cui possiamo disporre sono ben più di sette, quindi...

***

Questo dolce è uno di quelli dai profumi semplici, tradizionali, senza pretese, ma che
solo a vederli sul piano della cucina, pronti per essere affettati, ti fanno sentire bene.
La pasta frolla che ho usato è quella ultrafacile, con un solo uovo, che non si sbriciola e non deve riposare in frigorifero e che vi ho già proposto qui. Ho riportato nuovamente il metodo che uso io per rivestire in modo semplice e preciso lo stampo ottenendo una crostata dai bordi regolari, che farà figura anche nella sua estrema semplicità (se volete 
vedere una foto della teglia rivestita potete dare un'occhiata a questo post).




Per uno stampo da 26-28 cm

Per la base
Fate ammorbidire al microonde, senza farlo fondere del tutto, 100 g di burro. Unite 1 uovo grande intero, 80 g di zucchero, un pizzico di sale e sbattete brevemente con una forchetta,  quindi aggiungete 280 g di farina 00, 1/2 bustina di lievito per dolci e continuate a mescolare il tutto con una posata fino a che l'impasto non comincerà a prendere corpo e non sarà più possibile continuare a lavorarlo in questo modo. Trasferite il tutto su un piano e lavorate con le mani fino a ottenere un impasto morbido e omogeneo che non si attacca (ci vorrà pochissimo).

Per rivestire il fondo dello stampo con uno strato sottile di pasta senza dover ricorrere a rattoppi vari, procedete nel seguente modo: stendete un foglio di carta forno poco più grande dello stampo; infarinatelo appena; stendetevi sopra la pasta col mattarello fino a ottenere uno spessore di 1 cm scarso; infarinate la superficie della sfoglia ottenuta e appoggiatevi sopra lo stampo capovolto; infilate una mano sotto al foglio con sopra la pasta e lo stampo capovolto e con un gesto deciso ruotate il tutto. In questo modo vi basterà staccare delicatamente la carta dalla pasta e sistemare quest'ultima a rivestire lo stampo con pochi gesti ed eliminando la parte in eccesso dai bordi (in questo caso io ho semplicemente passato il mattarello lungo tutto il bordo della teglia facendo cadere la pasta in eccesso, ma potete anche tagliarla con una rotella dentellata come nel post che vi ho linkato).

Per il ripieno
Mettete in un tegame dal fondo spesso 150 g di riso per risotti, 300 ml di latte intero, 120 g di zucchero, un cucchiaino di estratto di vaniglia, la buccia grattugiata di un limone, un pizzico di sale. Cuocete il riso come fareste per un classico risotto, ma per il doppio del tempo indicato sulla confezione, aggiungendo acqua calda ogni volta che il liquido sta per asciugarsi troppo.
Il risultato finale deve essere un risotto all'onda piuttosto fluido, col riso non disfatto, ma molto morbido.
Lasciate intiepidire, quindi aggiungete 2 uova intere e mescolate vigorosamente per amalgamare il tutto. Aggiungete anche 20 g di pinoli leggermente tostati e tritati molto grossolanamente.

Versate il ripieno nello stampo rivestito di pasta frolla e infornate a 180° per 30-35 minuti. Trascorso questo tempo, la superficie della crostata diventerà dorata, ma se così non dovesse essere, non prolungate oltre la cottura (il ripieno deve rimanere umido) e accendete il grill. 

Fate raffreddare completamente prima di sformare la crostata.



73 commenti:

  1. Una vera e propria delizia!!!

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia!! Ma la segno subito...! Come la tua risposta...la prossima volta che mia mamma mi dirà che alla fine, gira e rigira, si cucinano sempre le solite cose...risponderò come fai tu! brava ;)

    RispondiElimina
  3. sai che mi intriga?
    Stavo proprio cercando qualcosa di dolce da fare domani per un invito a cena.
    Ottimo!
    Segno... :))
    Ciao

    RispondiElimina
  4. p.s. Mi piace la tua immagine delle "sette note". In effetti anche questo dolce è... melodia...

    RispondiElimina
  5. in effetti gli ingredienti, proprio come le note musicali, consentono variazioni infinite!
    ad esempio il riso nel dolce non mi è ancora capitato di metterlo! una fetta di questa crostata sarebbe perfetta a quest'ora!
    un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Pia :o)
      Provalo, ne vale la pena. E devi sentire che delizia con la scorza d'arancia e le gocce di cioccolato :oP

      Elimina
  6. sai che proprio prima stavo sfogliando l'Artusi e leggendo di un dolce al riso ed ho pensato: mai mangiato uno, come sarà? Ecco, a vedere le tue foto direi che il riso si presta benissimo :)
    Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina.
      Conosco la ricetta a cui ti riferisci :o)

      Elimina
  7. Adoro il riso in tutte le sue mille varianti.. tamto salate quano dolci. Mi trascrivo subito la tua ricettina, sembra davvero ottima!!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  8. Tesoro avere un blog é condivisione e non sai sai quanto ti capisco...solo chi é food blogger dentro può capirti per gli altri, per chi non ha questa passione la nostra é solo una perdita di tempo ed i primi a dirlo magari sono proprio quelli più vicini a noi...ma poi si perdono capolavori come questi!!!E` davvero un dolce meraviglioso!!! Bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Imma.
      E' proprio vero, siamo piccoli geni incompresi ;o)

      Elimina
  9. Perfetta come al solito! Proverò sicuramente queste torta, mi sembra buonissima!
    A presto

    RispondiElimina
  10. Che bel metodo per stendere la apsta.. te lo copierò sicuro!! Buono anche l'impasto della frolla.. e soprattutto.. il ripieno! Ho assaggiato una crostata di riso tantissimi anni fa.. mi era piaciuta un sacco!!! Quindi oggi rubo quella fetta che vedo.. baciotti :-)

    RispondiElimina
  11. vale, i dolci col riso mi fanno tornare bambina...sono proprio da cuccioli, con le maniche del maglioncino ancora rimboccate per aver lavato bene le manine, il bicchiere di latte davanti e il tovagliolo con sopra questa bella fettona di dolce, buono e sano...le tue ricette mi riempiono ogni volta di tante belle sensazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E i tuoi commenti dipingono sempre dei bei momenti :o*

      Elimina
  12. E tu questa musica,la suoni alla perfezione..sai mi ha fatto sorridere il fatto che qualcuno possa pensare,che le ricette finiscano!E quest'ultima è deliziosa quanto le altre,a parte che ho già preso nota di come stendere la pasta!Un bacione cara!

    RispondiElimina
  13. Adoro la frolla e il riso ma insieme... mai mangiati!
    Salvo la ricetta.. la tua sembra appetitosa e lieve...
    So bene di cosa parli all'inizio del post: "perchè lo fai?" "Che ci guadagni?"
    Ti pare che al mondo se non c'è un ritorno economico.. tutto perde di senso??
    Assurdo!
    Le cose migliori del mondo, in realtà, quelle che ci danno un ritorno emozionale infinito.. non si pagano.
    Buona settimana
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura.
      C'è solo una parola: aridità. ;o)

      Elimina
  14. Assomiglia un pò alla pastiera e mi intriga molto!
    Da provare!
    Baci

    RispondiElimina
  15. Hai ragione..in cucina sono possibili infinite combinazione...e poi ancora e ancora infinite..come infiniti sono gli ingredienti..ovvio che non ci guadagniamo nulla da tutto questo..ma vuoi mettere il piacere del confronto ?? Il bello del conoscere persone meravigliose ?? E il bello di scoprire che siamo in grado di superare i nostri limiti ?? E arrivare chissà dove con la fantasia ??
    Crostata meravigliosa ! Ma non è una novità ;)
    Un abbraccio e buona serata !

    RispondiElimina
  16. è davvero invitante la tua crostata, non l'ho mai fatta di riso:-)
    PS sono d'accordo con te, le ricette non finiscono mai.......e quante volte anche se ci impegnamo non riusciamo a ripeterci????

    RispondiElimina
  17. sono d'accordissimo con te Valentina, le combinazioni sono infinite... l'unico che ci guadagna per quanto mi riguarda è il gestore dell'energia elettrica! ^_^ ma questo è un altro discorso!
    il riso l'ho usato per la prima volta in una crostata l'anno scorso per pasqua, e mi è davvero piaciuto moltissimo..quindi segno tutto...è stupenda questa crostata!!! buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fede.
      Tu avrai il forno acceso h 24 :o)
      Il mio, fortunatamente, è a gas.
      Un bacione.

      Elimina
  18. Mi piacciono i dolci con il riso, questa crostata mi sembra perfetta sia nel gusto che nelle proporzioni e nella presentazione :) In effetti è impossibile finire le ricette, per lo meno per una foodblogger ;-) Buona serata

    RispondiElimina
  19. Wow, Vale! mi hai fatto venire una voglia pazzesca di farla al volo:-)
    e poi, il taglio così perfetto e la presentazione impeccabile mi fanno capire che ci vuole tanto amore e dedizione per fare un capolavoro del genere!

    RispondiElimina
  20. Ah vabbè, allora non solo a me fanno il sorriso compassionevole/divertito... una, recentemente, si è proprio messa a ridere O_O (che risate, eh?!) Bella e intelligente la tua risposta, brava :) (spero non abbiano ancora da parlare dopo averla avuta..) Crostata deliziosa e da provare quanto prima, mi sembra di sentirne profumo e consistenza sotto i denti... fame! :D Complimenti, Vale, un abbraccio :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tu avessi risposto "cazzo ti ridi?" non credo che avrebbe più trovato l'aspetto divertente della faccenda :o)
      Ti abbraccio :o*

      Elimina
    2. Ahahahahaah giusto :D La prossima volta giuro che rispondo così! Bacione :**

      Elimina
  21. Ciao cara guru della pasticceria, questa crostata di riso è meravigliosa..complimenti! adoro la tua metafora delle note musicali e la cucina, condivido a pieno. Anche a me continuano a dirmi: " ma chi te lo fa fare?" " Perché sveli i tuoi segreti culinari?"
    Io provo gioia nel regalare piatti genuini e collaudati da me agli amici che mi seguono e mi leggono...è la stessa emozione che provo nel far assaggiare le pietanze ai miei commensali! Col blog ci riuniamo tutti quanti ad una tavola virtuale e ci scambiamo consigli opinioni...o sbaglio?
    Ti ammiro tanto mia cara e ti auguro di diventare qualcuno,con il cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale e grazie per i tuoi commenti sempre affettuosi.
      Hai ragione, è come se fossimo tutti seduti a un grande tavolo e ciascuno di noi facesse assaggiare il proprio piatto agli altri :o)
      Un bacione grande.

      Elimina
  22. Ciao Valentina, una crostata molto golosa ed eseguita in maniera impeccabile!!!! Le foto poi.... bellissime!!!!
    Un abbraccio e buona serata :))

    RispondiElimina
  23. E' una ricetta semple ma elegante! Grazie per i tuoi consigli su come rendere bella e omogenea la preparazione. Con un solo piccolo cambiamento (mix di farine senza glutine al posto della 00) conto di rifarla prestissimo. Ti farò sapere come me la sono cavata!
    A presto, Ellen

    RispondiElimina
  24. Una perfezione quasi imbarazzante!!!! Bravissima!!!

    RispondiElimina
  25. ahaha, mi consolo...non fanno le stesse domande solo a me! però tu sei bravissima vale..quel che mi piace del tuo blog è...la perfezione assoluta che si fonde con la semplicità con cui la presenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bellissima descrizione. Grazie fatina :o*

      Elimina
  26. è un dolce che ho sempre e solo mangiato in pasticceria a Milano in versione monoporzione e lo adoro! proverò a farlo, ma non mi verrà così bello come il tuo ;)

    RispondiElimina
  27. Quanto è buona la crostata di riso, uno dei miei dolci preferiti!!
    Presentata da te poi, e in maniera così semplice ed accattivante al tempo stesso, diventa un piacere anche per gli occhi!! :-)
    A presto cara, buona serata!

    RispondiElimina
  28. Due cose: la prima, sei una filosofa!! ;-)
    La seconda, questa torta è il top!!! Proprio ieri ho provato a fare la mia prima torta di riso ed è uscita una schifezza colossale...super appiccicosa e dolcissima!! :( ma non demordo e penso che a brevissimo proverò la tua versione. Un bacetto

    RispondiElimina
  29. Direi che il discorso sulle ricette e le sette note non fa una piega :) E quanto mi piace la musica di questa crostata. E' dall'anno scorso che l'ho promessa alla talpa, sarà il caso che gliela suoni? La crostata di riso :)) Stupenderrima ^_^ Un bacione, buona settimana

    P.S. e ti pare che me l'ero dimenticata quella base di frolla bucherellata ad arte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora non riesco a smettere di immaginare te che gli frantumi la crostata in testa :o)

      Elimina
  30. ciao carissima, anche a me gli amici fanno domande assurde: l'ultimo voleva preparare un farro al formaggio che ho pubblicato tanto tempo fa, mi ha chiesto quali fossero i tempi di cottura, io gli ho risposto che per la cottura del farro deve seguire i tempi di cottura indicati sulla confezione.
    Sai cosa mi ha detto lui? "Ma allora cosa scrivi il blog a fare?" :)))
    la tua crostata ha un aspetto troppo favoloso
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certe persone mi colpisce sempre il tatto :o) Ho qualche amico così.
      Un abbraccio a te e all'altra bionda :o*

      Elimina
  31. La crosta è divina ... il profumino è arrivato fino a qui !! E per quanto riguarda le domande assurde che ti fanno .. beh come vedo la gente non ha molta fantasia e fanno sempre le stesse domande !!! :)

    RispondiElimina
  32. Bellissima allegoria che zittisce simpaticamente chi troppo spesso parla tanto per... La tua crostata è spettacolare!!! Bacio Rosalba

    RispondiElimina
  33. Ciao Vale!!!
    Eccoti qui finalmente!!
    Ma che buona questa torta, adoro le crostate e questa è davvero una garanzia amica!!!
    Foto perfette, bravissima! Baci, Roby

    RispondiElimina
  34. Ciao Vale,ma lo sai che anche a me hanno detto una cosa simile?
    Più che cose non facili mi si accusa di cucinare cose poco "normali" !!! ;)

    Comunque è giusto tener conto delle critiche :)
    Il tuo esempio è molto calzante e le tue preparazioni sono pura armonia, bravissima come sempre!!!

    RispondiElimina
  35. Ti dico quanto: i miei amici che seguono il mio blog dicono che le mie ricette sono irripetibili. Che sono meravigliose, che le mangerebbero a occhi chiusi ma che non perderebbero un minuto a prepararle. E questa è l'ode più sfacciata a Benedetta Parodi!
    Circa la tua ricetta, la amo. E' in grande il nostro budino di riso ed io adoro questo genere di dolce. Ripetuto e adorato per decinaia e decinaia di volte.
    In ultimo rispondo al tuo commento sul mio blog: EVVIVA! Ti aspetto a braccia aperte!
    Bacio grandissimo, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Missione pici: accomplished ;o)
      PS Nuooooooooooooooooooooo! Benedetta Parodi nuoooooooooooooooo!

      Elimina
  36. Risposta perfetta ;)

    più o meno come questa crostata, io la frolla la mangerei in ogni modo, anche se con il riso non ho ancora provato!!!!

    RispondiElimina
  37. Il mio problema è che ho un concerto in testa!!!! E suono una melodia per volta e poi per un mese non esce più neppure un pifff! :-(
    Ma sto facendo progressi.
    La tua torta è così semplicemente perfetta che sembra finta. E scommetto che non è solo bella da guardare.
    bacioni
    PS: io invidio quelle foodblogger che riescono a 'produrre' foto & ricette da usare come riserva per i loro blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ro' :o)
      A chi lo dici. Se non mi metto ai fornelli volta per volta non ho niente da pubblicare. Purtroppo non ci riesco proprio a crearmi un archivio.
      PS e dai, torta a suonare!

      Elimina
  38. wow...chissà che buonaaaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  39. oddio!!! ho scoperto il tuo blog...e chi lo molla più?! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Camilla :o)
      Grazie per esserti unita ai lettori del blog.

      Elimina
  40. evviva le note e tutti gli ingredienti!
    un bacio

    RispondiElimina
  41. Cara vale,
    la torta di riso è una delle mie preferite e questa deve esser di una bontà unica...

    RispondiElimina
  42. Mio marito è un'amante dei dolci con il riso, perciò questa torta la proverò sicuramente al più presto!! Un saluto Emanuela.

    RispondiElimina
  43. Cara Vale, spesso chi è fuori dalle dinamiche di un blog di cucina non si rende conto di quanto è vasto il mondo gastronomico e di quanti argomenti, ricette, procedimenti si può parlare nei post. Io procedo a piccoli passi con il mio blogghino, provando ricette e cucinando solo quello che sento veramente mio e che mi è a cuore. Il cammino è infinito, come lo sono le ricette, il tuo amico si sarà tranquillizzato vero? :-)
    Come ad esempio questa tua meravigliosa torta. Quanti ripieni possono andare dentro ad un guscio di frolla (per non parlare di quante versioni di frolla esistono)? direi infiniti, come i sughi per la pasta, i condimenti per la pizza e mi fermo qui, và.
    Io adoro il riso e solitamente faccio la torta di riso dolce tipico di Bologna, ma il riso si sposa bene con tanti ingredienti, su una base di frolla dev'essere divino. Me lo segno.
    Un bacione grande e buona giornata!
    Francy

    RispondiElimina
  44. ciao Valentina,
    per prima cosa ti confermo... che ho fatto la tua torta! Con qualche piccola variante ( :)), com'è mia consuetudine, ma di base rimane sempre questa tua torta.
    Beh... risultato... gli ospiti se la sono spazzolata con mugolii di godimento, e non dico altro.
    Seconda cosa: ti ho scritto un paio di mail di cui la seconda dal mio account personale (faustablog@gmail.com), ma non ho ricevuto risposta. Potresti confermarmi la ricezione?
    :))
    Un abbraccio e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto bene ad applicare le varianti che ritenevi opportune. E' giusto personalizzare in cucina :o)
      Mi fa piacere che sia piaciuta.
      Ti abbraccio.
      PS Ti ho mandato una mail poco fa.

      Elimina
  45. Aria aveva ragione.. sei eccezionale! Non sai quanto mi è piaciuto il tuo discorso sulle note.. stupendo, come questa torta che deve essere deliziosa!! Un abbraccio e complimenti! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely :o)
      Grazie per esserti unita ai lettori del blog.
      Baci.

      Elimina
  46. Mia cara. Tu fai torte che sembrano uscire da una pasticceria.
    Veramente eh.
    Mi piace la tua creatività, il tuo proporre continue varianti una diversa dall'altra.
    Sei bravissima.
    Per il resto beh...lassa parlà no?
    Grazie delle belle parole. Davvero di cuore.
    Un abbraccio

    P.s. appena ho del tempo mi studio un po' di tue ricette e le faccio e ti faccio sapere!

    RispondiElimina
  47. carissima Vale :* le note sono 7 e tu riesci sempre a comporre melodie straordinarie... solo tanti complimenti per questo spettacolo di crostata, dev'essere strepitosa! mai provato una torta con il riso, al contrario invece del riso-latte che adoro... se il filo conduttore c'è nn mi resta che ringraziarti e provare subito questo splendore:) un abbraccio:*

    RispondiElimina
  48. ciao Vale la torta di riso è una delle mie preferito... pena che da piccola l'unica pasta che mangiavo era proprio quella di riso!

    RispondiElimina
  49. Ho provato la crostata..per il gusto ti farò sapere, ma l'aspetto è veramente incantevole!
    Vieni a vedere cosa è venuto fuori =)
    http://ariannaelesuepassioni.blogspot.it/

    RispondiElimina
  50. Ricetta fantastica! Grazie per avermi dato la possibilitá di realizzare il dolce della mia giovinezza! Frolla buonissima e semplicissima

    RispondiElimina

Per qualunque commento, o anche per eventuali perplessità, scrivetemi pure. Sarò lieta di rispondervi (nessuna parola di verifica richiesta).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...