domenica 3 giugno 2012

Tart Light al Cocco con Salsa al Cioccolato Fondente (Senza Cottura in Forno)

So che questa è la terza ricetta nel giro di pochi giorni, ma non cucinavo 
da un secolo e si vede che avevo bisogno di recuperare :o)

Dato che ormai siamo quasi "intimi", oggi voglio condividere con voi una delle mie
folli riflessioni sul mondo. Niente di filosofico o esistenziale, per carità.
Avete mai pensato a quanto sia strano andare al ristorante? Mi correggo, non è andarci
ad essere strano, ma vi guardate mai intorno mentre addentate la pizza per rendervi
conto, in un attimo di lucidità, che state mangiando insieme a una marea di estranei
tutti chiusi nella stessa stanza?! Gente con cui non vorreste condividere nemmeno la 
corsia dell'autostrada che mangia a un metro da voi blaterando mentre mastica!
E il cinema? Tutti estranei al buio, seduti a pochi centimetri gli uni dagli altri, a 
guardare un film insieme. Così vicini che sei costretto a una silenziosa lotta per stabilire 
a chi tocchi il bracciolo della poltrona (questo almeno nei vecchi cinema), che senti ogni maledetta patatina scrocchiosa che ingurgitano, ogni tirata su di naso in inverno 
perchè sono raffreddati, ma il naso non se lo soffiano nemmeno morti!
Ora che ho esternato questi pensieri forse mi riterrete matta da legare, ma se ci
pensate senza interpretare il tutto alla luce della consuetudine di una pratica cui si
è abituati dall'infanzia giorno dopo giorno... nooo? Sono pazza e basta? :o)

Ho già parlato del mio amore infantile per il Bounty in questo post.
C'è qualcosa di veramente irresistibile nell'incontro fra la freschezza del cocco e il 
gusto marcato del cioccolato fondente e in estate questo è vero più che mai.
Se non ci si vuole mettere vicino a un forno rovente nei caldi mesi estivi, questa è la
soluzione giusta dato che l'unico elemento che richiede cottura è la crema al latte e cocco
che si prepara in un pentolino nel giro di una decina di minuti e poi via in frigorifero.
La farcitura al cocco si prepara senza uova, quindi se scegliete un tipo di biscotti
con la stessa caratteristica, potete servire questo dolce anche a chi è intollerante.
Ho classificato questa tart come light visto che la preparazione non necessita 
di uova, panna o formaggi e in definitiva 10 g di burro a 
persona non hanno mai ucciso nessuno :o)




Per uno stampo a cerniera da 18 cm (per 6 persone)
Preparate lo stampo a cerniera foderandolo come vedete in foto. Questa manovra vi ruberà qualche minuto, ma vi darà modo di sformare facilmente il dolce senza crisi di panico. Per far aderire le strisce di carta forno ai bordi spennelateli prima con un po' di burro fuso che farà da collante.




Passate al mixer 150 g di biscotti (digestive) fino a ridurli in farina e mescolate con 70 g di burro fuso fino ad ottenere un composto simile a sabbia umida che se premuto col dorso di un cucchiaio, mantiene la forma.
Versate il tutto nello stampo foderato e col dorso di un cucchiaio  premete lungo i bordi e il fondo per compattare la "farina" di biscotti e formare uno strato il più possibile uniforme che faccia da contenitore. Lasciate lo stampo in frigorifero mentre preparate la crema.
Mettete a bagno in acqua fredda 4 g di gelatina in fogli.
Mettete a bollire in un pentolino 300 ml di latte intero, 70 g di zucchero e 50 g di farina di cocco
Se alla fine della preparazione non volete trovare i pezzetti di cocco, filtrate il latte prima di procedere come indicato di seguito (io li ho lasciati).
Versate in un tazzina un cucchiaio di amido di grano (circa 15 g) e scioglietelo in qualche cucchiaiata di latte al cocco caldo. Una volta eliminata ogni traccia di grumi, versate nuovamente questa piccola porzione di latte e amido nel pentolino su fuoco basso e mescolate con un cucchiaio di legno fino a che la crema comincia ad addensarsi, ma senza diventare consistente (deve avere l'aspetto di una besciamella fluida). Spegnete il fuoco ed aggiungete uno per volta i due fogli di gelatina ben strizzati mescolando per distribuirli omogeneamente. 
Fate raffreddare la crema prima di versarla sulla base di biscotto. Se volete raffreddarla velocemente, immergete il pentolino in acqua fredda e mescolate, basteranno pochi minuti.
Lasciate rassodare in frigorifero per circa due ore, quindi sformate e trasferite sul piatto da portata.
Per la salsa al cioccolato fare fondere al microonde a bassa temperatura o a bagnomaria 100 g di cioccolato fondente, quindi aggiungete poco per volta 75 ml di latte intero mescolando delicatamente per amalgamare il tutto.

93 commenti:

  1. Non ci ho mai pensato e adesso che mi spieghi la situazione in questi termini è terribile hai ragione. Io odio lagente che parla al cinema e mangia pop corn masticando come non so cosa. Mi fa "schifo la gente che mangia e con il boccone parla. Ma continuerò ad andare sempre al ristorante e al cinema. Il ristorante molte volte è un'esperienza di sensi magnifica. Il cinema è magico e uno schermo e suoni così a casa non posso averli. amo i film, mai scaricato nulla ma 400dvd originali. Dolce delizioso, il cocco lo adoro e il bounty(adesso anche gelato) è meraviglioso. Fai dei dolci meravigliosi! favolosa come sempre! buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non me ne parlare, a me e al mio fidanzato piace moltissimo il cinema, ma ogni volta finisce che dobbiamo litigare con qualcuno perchè non solo la gente chiacchiera in scioltezza manco fosse al bar, ma si irrita pure se la riprendi... un nervoso >:o(

      Elimina
  2. una coppia meravigliosa cocco e cioccolato e questa torta è sublime!
    buon we
    Alice

    RispondiElimina
  3. mamma mia che bontà irresistibile concilia bilancia e desiderio di dolce... un bacione simmy

    RispondiElimina
  4. Ma, a me non sembri folle, io soffro di un lieve autismo dato che il ristorante come molte altre pratiche sociali non mi piacciono tantissimo proprio per i motivi che hai citato, più altri del tipo (non sai se si è lavato bene le mani quello che ti cucina! e non sai cosa mette nel piatto di preciso)!!! Una cena particolare in casa non ha rivali ... ovvio, ogni tanto viene voglia anche a me di provare un locale, ma è un evento raro!
    la torta sembra buonissima!!!! la devo provare!!!

    RispondiElimina
  5. non ho parole...anzi si: STUPENDA!!! buon week end!

    RispondiElimina
  6. le tue riflessioni in effetti non sono così sbagliate,l'essere umano è un animale sociale.. ma non troppo...! :DD
    la tua tart è uno spettacolo, mi dici pure che è light!
    ps. a proposito di dolci, da me c'è un contest proprio sull'argomento, facci un pensierino se ti va di partecipare! :-)
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come? Ho letto il tuo commento nella pagina di gestione di Blogger, poi vengo qui e lo trovo rimosso dall'autore... eppure non avevi scritto frasi oscene :o)
      Un bacio.

      Elimina
  8. Ciao! Complimenti per il blog! Anche io ho un blog di cucina, nato da poco.
    Se ti va, passa e aggiungiti come follower, così come ho fatto io con te oggi.
    Buona giornata :-)

    http://lacucinacomepiaceame.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Oddio...fantastica! (sono proprio contenta che vuoi recuperare...adoro distrarmi dallo studio per seguire le tue ricette :) Non volevo limare il post ma solo aggiungere che sono d'accordo con la tua introduzione, ristorante, cinema, bus, biblioteche :) eheheh alcune persone sono insopportabili, poi se ti ci fissi comici proprio ad odiarli (ingiustamente). Ogni tanto però capita anche di affezionarsi a sconosciuti, quando fai un tragitto di routine, ad esempio un viaggio in bus tutte le mattine alla stessa ora c'è sempre qualcuno che lo fa con te che vedi tutti i giorni ma non lo conosci, e quando ti capita di incontrarlo per strada "fuori contesto" hai voglia di salutarlo :) bello no?!
    baci (mi sa che siamo tutti un po' pazzi...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, eccoti :o)
      Io credo seriamente di essere diventata antropofobica nel corso degli anni.
      Riguardo il fatto degli sconosciuti-noti hai ragione :o)

      Elimina
  10. Ehm...devo assolutamente rifarla....prometto link al tuo blog...sei troppo brava!Complimenti...

    RispondiElimina
  11. Sbam! Sono svenuta! Quando mi riprendo me ne dai almeno una fetta?? *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la do proprio per farti riprendere... come i sali :o)

      Elimina
    2. Ahah molto meglio allora! :D

      Elimina
  12. In questi termini non l'ho mai pensata..mentre mi crea qualche pensiero simile il dormire in Hotel :))
    Questo dolce è sublime ! Amo il cocco :))
    Buon week end !

    RispondiElimina
  13. Mi fai troppo ridere :)) Non ci ho mai pensato però è vero!
    Due sono le cose: o sono rimasta infantile (e ci sta pure!) o la passione per il Bounty è cresciuta insieme a me! Manca poco svengo davanti a quella colata di cioccolato sulla fetta!!! Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  14. Questa torta è un vero spettacolo di golosità!! Cocco e cioccolato sono un connubio che adoro...Ho salvato subito la ricetta e quanto prima la provo!! Un bacione e buon fine settimana!

    P.S. Non so per quale motivo ma non ero tra i tuoi followers...Ho rimediato subito!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patrizia. Mi sono accorta della stessa cosa tornando a controllare da te e mi sono aggiunta ;o)

      Elimina
  15. Adoro i dolci al cocco e questa tart è spettacolare mia cara!

    RispondiElimina
  16. Veramente deliziosa questa torta! Sembra una cheesecake! La rifarò assolutamente provando ad adattarla con ingredienti senza lattosio! Complimenti!
    Rosalinda.

    RispondiElimina
  17. ma è una favola questa torta... me la segno.. la devo provare, buon we

    RispondiElimina
  18. Dolce fantastico! Un po inquietata dalle tue riflessioni...penso non andrò più a mangiare al ristorante :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già sento piovere le denunce dell'associazione ristoratori...

      Elimina
  19. Semplice e golosissima, mi piace molto, brava!

    RispondiElimina
  20. Ciao Valentina, non conoscevo il tuo blog, sono capitata qui per caso. Ti seguirò perchè è bellissimo. Complimenti per le foto e le ricette.
    Se vuoi venire a trovarmi mi trovi su cioccomela.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per esserti unita ai miei lettori. Arrivo! ;o)

      Elimina
  21. No che non sei proprio matta... magari solo un pochino. Io pur di andare al cinema senza bambini a guardare qualcosa che non sia l'ultimo cartone della disney... mi siederei anche vicino a uno che mangia a bocca aperta!
    Noooooo, non è vero, hai ragione tu, che fastidio!!!!!!!!
    Un bacione e grazie per questa torta che rifarò al più presto perchè io amo il Bounty :-D

    RispondiElimina
  22. Ciao e piacere di conoscerti. Sinceramente più che alla vicinanza in sé io penso spesso al fatto di dover mettere in bocca posate, bicchieri e tazzine state nella bocca di chissà chi... Non parliamo poi di quei ristoranti in cui ti servono il cibo nei cestini... che ovviamente in lavastoviglie non ci possono andare! Carissima, consolati che non sei l'unica pazza! E se poi la pazzia ti porta a creare una squisitezza del genere... allora benvenuta pazzia! Buon weekend... Elle

    RispondiElimina
  23. dev'essere buonissima e fresca...appena le temperature si alzeranno ulteriormente da non permettere nemmeno di accendere il forno...credo che ci farò un pensierino! :D per il momento sono in fase biscottosa ^^"

    RispondiElimina
  24. Ciao e bentrovata!
    Bellissimo il tuo blog, molto curato, foto stupende. Complimenti davvero!
    In quanto alla ricetta...deliziosa. Mi unisco ai tuoi lettori!

    RispondiElimina
  25. salvata, eccome!!!!!!

    una torta veloce, gustosissima e buona per questa estate!!!!Salvatissima♥

    RispondiElimina
  26. Quante righe ci stanno nei commenti? Non vorrei sembrare prolissa. Sulla maleducazione dell'essere umano potrei iniziare a scrivere oggi e finire tra un mese: cinema, ristoranti, mezzi pubblici, spiagge, uffici...Tutti pensano di essere padroni dello spazio in cui vivono e se ne fregano degli altri. Io ODIO questa mancanza di rispetto, questo chiasso gratuito, gli schiamazzi, il rumore e proprio perchè lo vivo tutti i giorni (metropolitana, ufficio, per strada,...) mi piace stare in silenzio quando posso e me lo godo fino all'ultimo. In silenzio preparerò la tua torta e in silenzio ne godrò la bontà e la freschezza :-) (PS: belle foto qui si fanno passi da gigante) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle prossime elezioni io voto Roberta!
      PS Grazie per le foto, detto da te mi riempie di orgoglio.

      Elimina
  27. tesoro, me ne mandi una???anzi due!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per te una formato famiglia per il marito e i bimbi ;o)

      Elimina
  28. potrò sembrarti ripetitiva, ma sono perfette e strepitose queste fette di torta...la crema colante fa venir voglia di metterci il dito...slurp...
    ma quanto brava e precisa sei?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, i tuoi complimenti sono sempre graditi, non c'è ripetitività che li sminuisca.

      Elimina
  29. ha ha ha hai perfettamente ragione! dammi 'na fettina và...che mentre ci rifletto su ;-)) buon we :-D

    RispondiElimina
  30. No, no ma parliamone...il tuo post mi ha turbata, nel senso che non ci avevo mai pensato, non nel senso che tu sia anomala!
    te lo dice una che ferma ai semafori scruta le persone nelle macchine chiedendosi che pensano dove vanno dove abitano (quindi in effetti sono molto più stramba di te!)
    Quanto al dolce non ne parliamo nemmeno!!
    Tu col fatto che aiuti gli intolleranti mi stai aiutando ad ingrassare!!:D
    Scherzo naturalmente, 10g di burro non uccidono nessuno, con 70g totali sopravvivo e se anche muoio???
    Sarò lo spirito dei dolci che aleggerà per sempre nella tua cucina!!:D
    Si vede che è venerdi eh? Comincio a dare di matto!;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io guardo spesso fuori dalla macchina e guardo le case lontane e penso che dentro ci sono delle persone per le quali noi siamo ciò che loro sono per noi: comparse nella vita di cui si è protagonisti.
      La relatività a volte è sconvolgente. E ora psicofarmaci per tutti!!! ;o)

      Elimina
  31. Ma si dai sei matta da legare... ma le pensi di notte??? Ed allora beccati questa mia di folle riflessione che ritorna ogni estate:
    al mare o peggio in piscina, tutti nella stessa ACQUA... meglio non pensarci..... Manicomio per due ^_^?
    Ciao cara e ti aspetto al gioco!

    RispondiElimina
  32. mi piaci sempre tanto, e questa torta e le foto sono meravigliose! brava!!

    RispondiElimina
  33. A vedere sembrano bellissime, ma non amo il cocco...

    RispondiElimina
  34. ohi ohi che patire! Io qua. La tua torta la'.
    Non qua con me, ma la', lontanissima come un miraggio.
    ohi ohi che patire!
    Giulia

    RispondiElimina
  35. Sai, a pensarla così mi fa più strano pensare al cinema che il ristorante...effettivamente è una situazione un po' strana ...

    venendo al tuo dolce è fantasmagorico! :)

    RispondiElimina
  36. anche a me il bounty piace moltissimo, sopratutto mi piace molto il cocco, e questa torta la adoro, ottima idea davvero, a casa mia poi piacerebbe sicuramente a tutti!!! son un po mancata ma questa settimana non ho girovagato molto per blog.. ora mi riprendo!!!! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capitano dei periodi, ma io sono sempre lieta del tuo ritorno ;o)

      Elimina
  37. sei fantastica come sempre...ti ho forse dato un'idea io ieri con la crema di cocco???? :) grande Vale, le foto poi sembrano prese da un libro di alta cucina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Grazie Ale.
      Non so perchè questo dolce... me lo sono inventato ieri quando ho aperto il carrello in cucina con la voglia di preparare qualcosa di fresco e per prima cosa ho visto un po' di farina di cocco che mi era rimasta. Spesso le cose sfiziose nascono così :o)

      Elimina
    3. ottimo risultato direi.. :)

      Elimina
  38. Questo tuo pensiero ad alta voce mi ha fatto passare per la mente un film di jodorosky:la montagna sacra...un film pieno di significati ma anche molto strano ed esplicito(forsesarebbe meglio leggere prima qualche libro suo e poi guardare i suoi film che non sono una passeggiata)..insomma c'è una scena in cui viene presentato un quartiere dormitorio minimal senza case ma con delle monostanze a forma di bara in cui dopo il lavoro potere dormire..insomma tutti assieme appassionatamente!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo, se ben ricordo un documentario visto anni fa, nella realtà succede qualcosa di tristemente simile in Giappone: Alloggi alveare con celle singole della dimensione tale da permettere solo la presenza di un letto singolo e nient'altro.

      Elimina
  39. Meravigliosa!!!!!
    Ne faró il mio cavallo da battaglia estivo!!!!!

    RispondiElimina
  40. Ricetta spettacolare!
    Come tanti,anche io adoro cocco e cioccolato e ti assicuro andrò a farla subito.
    Sono stata letteralmente rapita alla sola lettura e ti farò sapere per quanto riguarda l'assaggio!

    RispondiElimina
  41. favolosa questa versione senza forno!!

    RispondiElimina
  42. Hai ragione, siamo esseri strani. Perchè non ti è mai capitato il contrario, ossia di cenare in un ristorante praticamnte vuoto e di non vedere l'ora di alzarti ed andartene! Senza tutti quegli sconosciuti che osservi e che ti osservano, sembra di non stare neanche in un ristorante. Una tristezza! Strabella la torta, purtroppo io non amo il cocco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quel caso più che altro provo tristezza per il ristoratore :o(

      Elimina
  43. Beh, ho letto bounty e senza neanche leggere la ricetta l'ho copiata! :D

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  44. tu, tu, tu... tu sei un genio! E io non riesco a starti dietro, perché sul tuo blog ho letto una, due tre, venti ricettine da ricucinare!!!!!!

    RispondiElimina
  45. Una torta tutta da rubare. Era da molto che non passavo a trovarti,mi sono persa tante buone ricette. Sai cosa faccio? ti porto con me tra i miei blog preferiti, così non mi perdo neppure una ricetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Licia, è bello che tu voglia avermi sempre a portata di click :o)

      Elimina
  46. insomma.., mi sto per mettere a dieta e tu mi posti questa??? Attentatrice!
    Quanto al mondo che ci circonda: siamo tutti un po' estranei l'uno all'altro, ma siamo pur sempre degli animali socievoli e che amano la compagnia, altrimenti non avremmo creato società allargate e soprattutto non ci saremmmo imbarcati in una cosa così complessa come il linguaggio, n'est pas?
    Però certo.. quelle patatine scrocchiolose le potrebbe mangiare anche altrove...
    Ciao, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è una cosa talmente complessa che qualcuno proprio non ci riesce a usarlo come si deve... e per quelli è un bene tapparsi la bocca con le patatine! :o)

      Elimina
  47. Ciao devo assolutamente provare questo dolce... Ho giusto della farina dicocco

    RispondiElimina
  48. Ciao, anch'io adoro il bounty! Torta segnata, non posso non farla. Buonissima

    RispondiElimina
  49. Troppo golosa questa torta!!!!!

    RispondiElimina
  50. Oltre ad aver postato qualcosa di meraviglioso (come sempre) concordo pienamente sulla tua riflessione..anche io mi ritrovo spesso ad avere pensieri del genere..anche quando vogliamo fare una cena intima in realtà stiamo condividendo un momento che vorrebbe essere intimo con tante altre persone che non conosciamo,non vorremmo conoscere..
    È una cosa molto strana..

    RispondiElimina
  51. sei troppo forte e anche un po' matta, ma a me piacciono le persone un po' pazzerelle, mi danno sempre anche a me della matta e quindi ci capiamo alla perfezione. Io ho risolto il problema, a Merano non c'è il cinema in lingua italiana e in pizzeria ci vado con il cane così mi stanno tutti alla larga. Anche a me piace moltissimo il bounty e quindi mi posso immaginare questo dolce che bontà. Quasi quasi provo adesso a farmi la cremina con il latte, il cocco e la maizena, tu cosa dici????
    Grazie per avermi informata sulla vendita delle cannucce.
    un bacione
    sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti verrà più o meno come un budino e non è mai un male avere un bel budino dal gusto fresco in frigorifero ;o)

      Elimina
  52. Oddio che visione questa torta! Con quella glassa di cioccolato fondente non posso resistere alla tentazione di dargli un grande morso!
    Ieri mi sono ritrovata in un vecchio teatro di paese assieme a centinaia di persone per vedere un saggio di danza e mi stavo proprio chiedendo chi erano tutte quelle persone intorno a me, che cosa facevano nella vita e soprattutto... perché i giovani di oggi sono così maleducati?!

    RispondiElimina
  53. Ma è una visione mamma mia che spetttacolo e poi cocco e cioccolato bianco sono un duo indissolubile!!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  54. A D O R O ! ! ! !
    sicuramente piu' dell'andare al cinema hahaha
    anche io sono infastidita da tutto e tutti.. ma cio' non mi piace..
    credo che dovremmo amarci di piu', come popolo, come concattidini.. soprattutto in un momento delicato come questo crisi, terremoti, inondazioni.... l'unione fa la forza.. e noi italiani sembriamo averlo dimenticato... ti abbraccio, magari non al ristorante mentre mastichiamo hahaha

    RispondiElimina
  55. La torta è meravigliosa e per quanto riguarda le tue riflessioni concordo in pieno!! e tante volte preferisco non soffermarmi a rifletterci altrimenti mi viene l'ansia :D

    RispondiElimina
  56. una bellissima e buonissima torta... la proverò magari addensandola con agar agar...ti faccio sapere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, mi piacerebbe perchè non l'ho mai usato e sono curiosa.

      Elimina
  57. ciao Valentina, cocco e cioccolato sono una super golosità. le tue foto poi sono splendide complimenti!
    Antonella di cioccomela.blogspot.it

    RispondiElimina
  58. che torta golosa hai realizzato! complimenti, un bacione :)

    RispondiElimina
  59. ..semplicemente fantastica!
    grazie Vale, miei figli apprezzeranno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero. E' bella l'idea di entrare in qualche modo in casa tua :o)

      Elimina
  60. Meraviglioramente buona!
    Grazie per questa ricetta fresca e gustosa!
    Veronica

    RispondiElimina
  61. Ciao Valentina,
    come ti avevo preannunciato ho rifatto questa ricetta....era buonissima...l'ho postata sul mio blog http://cookeryaddicted.blogspot.it/
    ovviamente richiamando il tuo...se vuoi puoi lasciare un commento.
    Ciao Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola non sai come mi rende felice sapere che qualcuno resta soddisfatto provando una mia ricetta, quindi ti ringrazio davvero.
      Ora vengo subito a sbirciare.

      Elimina
  62. che bontà!!! complimentoni!!!!

    RispondiElimina
  63. mamma mia che meraviglia... adoro il cocco, è proprio la crostata che fa per me. Ma non riesco a trovare da nessuna parte questi benedetti fogli di gelatina.. posso ometterli o sostituirli con qualcos'altro?
    Brava, continuo a seguirti!! Carmela

    RispondiElimina

Per qualunque commento, o anche per eventuali perplessità, scrivetemi pure. Sarò lieta di rispondervi (nessuna parola di verifica richiesta).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...