sabato 12 novembre 2011

Ali e Cosce di Tacchino al Cognac

Chi lo dice che per un piatto dall'aspetto importante si deve spendere un capitale?
Queste parti del tacchino sono le più morbide e gustose e il loro grasso si scioglie in cottura formando, insieme al soffritto e al cognac, una salsa deliziosa che rende le patate ricche di aromi e che potrete servire come accompagnamento.




Per 4/6 persone
Tritate non troppo finemente 1 cipolla, 2 carote e 1 gambo di sedano.
Versate un generoso filo d'olio d'oliva in una teglia da forno antiaderente in cui metterete le verdure e un trito composto da un ciuffetto di basilico, 2 foglie di salvia, un rametto di rosmarino e una presa d'origano. Aggiungete ancora un grosso spicchio d'aglio tagliato a metà e 2 foglie d'alloro.
Condite, con sale e pepe, 2 ali e un fuso di tacchino ridotti in grossi pezzi e distribuiteli ben stesi nella teglia in modo che possano rosolare e insaporirsi su tutta la superficie.
Infornate a 200°.
Appena il tacchino comincia a soffriggere in modo vivace versate nella teglia 100 ml di cognac. Dopo 5 minuti aggiungete un dito d'acqua e controllate per tutta la cottura che  sul fondo vi sia dell'umido: aiuterà a tenere morbida la carne e a non far bruciare il fondo. Girate i pezzi di tacchino di tanto in tanto.
Dopo un'ora e mezza aggiungete le patate (per la quantità regolatevi secondo la golosità dei commensali) tagliate a grossi spicchi per il lungo e lasciate cuocere altri 30 minuti.
Controllate che le patate diventino dorate senza bruciare il fondo o la salsa avrà uno sgradevole retrogusto.
Sfornate, mettete da parte il tacchino e le patate (tenete in caldo nel forno spento) e versate un bicchiere d'acqua sul fondo, ancora bollente, sgrassando tutti i residui che si sono caramellati in cottura.
Trasferite il tutto in una tazza, frullate con un minipimer e allungate con dell'acqua la crema che avete ottenuto fino alla consistenza che vi sembra migliore per la salsa (se trovate che vada bene così non aggiungete nulla). 
Versate in un pentolino filtrando con un passino e cuocete mescolando per scurire la salsa (una salsa beige non è mai troppo appetibile). Assaggiate e regolate di sale.
Servitelo ben caldo e portate in tavola una bella salsiera.

1 commento:

Per qualunque commento, o anche per eventuali perplessità, scrivetemi pure. Sarò lieta di rispondervi (nessuna parola di verifica richiesta).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...