mercoledì 3 aprile 2013

Pigs in a Blanket alla Senape fra Francia e Inghilterra (aspetto il numero 700)

I Pigs in a blanket, letteralmente maiali in una coperta, non sono altro che dei
wurstel avvolti in una pasta che fa loro da involucro e cotti al forno. Spesso si usa avvolgerli nella sfoglia pronta per praticità, ma devo dire che visto il gusto deciso dei 
wurstel, una pasta dalla consistenza meno effimera si presta decisamente meglio.
Il loro più classico accompagnamento è la senape e io in questa versione ne ho aggiunto una piccola quantità direttamente all'interno dell'impasto. Per chi non fosse amante della senape posso subito dire che il risultato finale non presenta affatto un chiaro sentore 
della presenza di questa salsa, ma solo quel tocco che dona un gusto più deciso.
Quelli che vedete in foto sono un po' più grandi rispetto a come vengono preparati 
solitamente, ma se li volete più piccoli scegliete i mini wurstel da cocktail.

La senape Maille è un prodotto antico e la data che vedete sull'etichetta, 1747, è l'anno 
in cui Monsieur Maille, che da lì a vent'anni diventerà fornitore ufficiale dei reali di Francia, aprì l'omonimo negozio a Parigi in Place de la Madaleine, dove ancora oggi la senape viene spillata a mo' di birra. Sugli scaffali è possibile trovare e assaggiare infinite varietà di questa salsa, in declinazioni alla maggior parte di noi sconosciute, per scegliere 
quella più adatta a qualsiasi abbinamento. 

Nel post troverete anche una foto sella senape in polvere della Colman's,
altro antico marchio fondato da Jeremiah Colman a Norwich nel 1814. Anche in questo caso la data è ben visibile sulle confezioni come vanto di una lunga tradizione di successo. A partire dal 1866, anno in cui divenne fornitore della regina Vittoria, sulla confezione è presente anche lo stemma del Royal Warrant, concesso ai commercianti che forniscono beni o servizi alla famiglia reale che ancora oggi la Colman's fornisce con i suoi prodotti.

***

Con questa ricetta partecipo al contest di Ale (trovate il link alla fine del post) che
chiede di proporre ricette straniere spiegando il proprio legame con esse. Io ho scoperto
i pigs in a blanket ben dieci anni fa guardando "Nigella Bites" su Tele+ (ebbene sì, non
esisteva ancora SKY). In quegli anni si rafforzava la mia passione per la cucina e gli
episodi di quel programma sono una pietra miliare della mia formazione culinaria, li
conosco quasi a memoria e ancora oggi quando mi ci imbatto facendo zapping non riesco 
a non fermarmi a guardare. Il libro tratto da quel programma, comprato in lingua originale a Londra quando Nigella non era ancora edita in Italia, l'ho sfogliato mille volte
e fa parte dei volumi dedicati alla cucina che più amo.

***

Oggi mi sono accorta che i lettori del blog sono arrivati a 699. Ripenso a quando 
ho iniziato e vedevo comparire i primi "quadratini" sotto a quella sezione e 
colgo l'occasione per ringraziare sinceramente tutti e 699.




Per 18 pigs in a blanket
Versate in una ciotola 200 ml di acqua tiepida, 30 g di senape Maille, 20 g di zucchero, 5 g di olio d'oliva, 5 g di miele fluido, 5 g di lievito di birra secco e una macinata di pepe fresco
Mescolate per unire gli ingredienti, versate 325 g di farina 00 e cominciate a lavorare il tutto con una forchetta fino a che l'impasto non comincia ad aggregarsi e non è più possibile continuare, quindi trasferite il tutto sul piano da lavoro leggermente infarinato e lavorate con le mani fino a ottenere un panetto. 
Stendetelo grossolanamente con le dita, versatevi sopra 9 g di sale fino e lavoratelo nuovamente con le mani fino a far assorbire il sale, quindi mettete il panetto a lievitare in una ciotola coperta col la pellicola ben stretta in modo da favorire il formarsi di un ambiente umido all'interno.
Quando l'impasto è raddoppiato di volume, stendetelo piuttosto sottilmente dandogli la forma di un rettangolo col lato minore lungo quanto un wurstel (ne serviranno 6) a cui avrete appena spuntato le estremità arrotondate. 
Tagliate questo rettangolo in tre lunghe strisce (dato che ogni wurstel è stato tagliato in tre parti, avrete la misura perfetta per procedere ad arrotolare i singoli pezzi).
Tagliate queste lunghe strisce in rettangoli della lunghezza necessaria ad avvolgere comodamente i wurstel e procedete come vedete nelle foto a seguire.






Disponete questi "fagottini" su una placca di alluminio rivestita di carta da forno distanziandoli un po'. Lasciateli riposare per circa mezzora, quindi spennellateli con una mestura composta da 1 tuorlo, un cucchiaino di senape in polvere e un cucchiaio di latte.
Per un effetto più gradevole, vi suggerisco di aver cura di spennellare solo la superficie delle strisce di pasta e non tutto l'involucro. In questo modo in cottura le strisce assumeranno un colore dorato e un aspetto lucido, mentre la parte di pasta sottostante manterrà un aspetto più rustico in un piacevole contrasto.
Cuocete a 180° per 30 minuti e accendete il grill se non siete soddisfatti della doratura una volta che la cottura è ultimata.
Mangiateli caldi.





Vi lascio quattro scatti del lunedì di Pasquetta. La primavera è arrivata :o)











ti invita al suo contest


76 commenti:

  1. Che brava, complimenti per il traguardo raggiunto!
    I pigs in a blanket mi fanno troppo ridere, perchè mi immagino dei maialini in versione cartoon sotto un plaid di lana! Vabeh, volo troppo con la fantasia..
    La conosco quella senape, è buona!

    RispondiElimina
  2. cioè...tu riesci a donare poesia anche a dei "maialini con la coperta"...senza parola, sono perfetti, complimenti!sei unica non smetterò mai di dirlo!!! a quando la ricettina per il mio contest? attendo ansiosa... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. senza parole - (volevo scrivere)

      Elimina
    2. vanno per il mio contest...l'unica cosa che ti chiedo di specificare è il tuo rapporto con questa ricetta ( dove l'hai conosciuta, se è legata ad un tuo viaggio ecc.) fammi sapere! ciao mito! :)

      Elimina
    3. inserisco subito, grazie cara!

      Elimina
    4. E' un piacere partecipare. Mi piacciono le ricette "straniere" e mi piace che si debba spiegare in che modo si è legati alla ricetta.
      Un bacione.

      Elimina
    5. Grazie cara!ti aspetto per altre proposte...ps. vedo che nel frattempo sei arrivata a 700! complimentoni....

      Elimina
  3. Anche io uso la senape Maille e la adoro! Ottimi questi salatini, anche perché una volta ogni tanto i wurstel non mi dispiacciono affatto :) Mi piace anche la scelta di questa pasta che anche io vedo più adatta della sfoglia :)
    Complimenti per il traguardo dei quasi 700!! :D
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che per me è un po' forte, non posso concedermene più d'un velo o mi esplode il cervello :o)
      Ti abbraccio.

      Elimina
  4. sarà arrivata da te, ma qui latita alla grande. va là che mi consolo con un pig!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono pentita subito di averlo scritto... è arrivato un vento che porta via la casa :o)

      Elimina
  5. Premetto.. non amo i wurstel ma li mangio.. e la stessa tua senape che vedo in foto l'ho comperata perchè ne sentivo tanto parlare ma per me ha un sapore troppo forte, quindi è lì da un mese... forse è l'occasione giusta per provare la tua ricetta e fare un aperitivo per i miei amici!
    Foto bellissime.. brava Vale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura :o)
      Vedrai che mescolandola all'impasto non ti darà nessun fastidio (anzi io sto pensando di aggiungerne di più la prossima volta).

      Elimina
  6. che bellissima ricetta! mi sa proprio di golosa :) io adoro la senape, l'idea di metterla già all'interno dell'impasto mi sembra favolosa :) belle le foto, qui la primavera si fa attendere :(
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consolati, ieri è tornato il brutto tempo :o)

      Elimina
  7. è un piacere essereuna tuoa follower, sei unica!

    RispondiElimina
  8. Semplicemente deliziosi! Come lo sei tu cara... sei una delle food blogger più deliziose che ci sia! Un abbraccio sincero e un complimenti di vero cuore per aver raggiunto il num 700! <3

    Noemi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Noemi, grazie.
      Un abbraccio anche a te :o*

      Elimina
  9. che bene che ti sono venuti!mi piace davvero seguirti!

    RispondiElimina
  10. Tesoro sei.. sei... che dire?! Non conoscevo questa preparazione o meglio, non pensavo si chiamasse così! :D Che meraviglia.. quella senape è la fine del mondo, l'ho trovata qualche volta ed ha un sapore che non c'entra nulla con le altre! <3 Bravissima!! Un abbraccio forte e grazie anche per le belle fotografie.. qui ancora non è arrivata, mannaggia. Me ne mandi un po'? TVTTTB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena torna te ne mando un po' (c'è un grigiume autunnale oggi).
      Un bacione grandissimo.

      Elimina
  11. Ciao Vale! Il numero 700 c'è, è arrivato! :D Immagino l'emozione... te ne auguro altri 700 e altri 700 e altri 700 ancora, ancora e ancora... te lo meriti! <3 :) Belli ed invitanti questi pigs in blanket, peccato solo io non digerisca bene i wurstel :( Complimenti, un abbraccio forte e buona serata :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io, i wurstel sono di pollo, ma non dirlo a nessuno ;o)
      Ti abbraccio.

      Elimina
    2. Ottimo! :D Buono a sapersi :) Grazie e un abbraccio :**

      Elimina
  12. Ciao complimenti per i 699 lettori li meriti tutti! Questa ricetta è davvero stra-golosa! Un abbraccio e mille auguri
    paola

    RispondiElimina
  13. belli mi è piaciuto il post e sapere tutta la storia.interessnate la ricetta e molto sfiziosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucy.
      Mi piace leggere certe curiosità, quindi a volte le inserisco nei post :o)

      Elimina
  14. Troppo carino il nome della ricetta! e bella anche la tecnica di avvolgimento della sfoglia!
    I lettori nel frattempo sono diventati 700 complimenti!!!

    RispondiElimina
  15. Se li vedono i mei bimbi questi mi mangiano il monitor...adorano i wustel e sono cerca che chiusi in questa gabbietta saporita impazzirebbero e non solo loro e poi amo la mostarda soprattutto di questa marca quindi prendo nota di tutto...bellissimo post cara!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Imma :o)
      Io in tutta la mia vita ho conosciuto solo UNA persona che detestasse i wurstel (diceva addirittura che puzzavano O_O).

      Elimina
  16. Buonissimi, grazie per la ricetta, metto subito tra le cose da provare!

    Molto carino questo blog! ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziana :o)
      Grazie per esserti unita ai lettori del blog.

      Elimina
  17. O mamma mia che argomento hai toccato.. wurstel e senape! Io ci morirei mangiando solo quelle.. Li adoroooooooooooooooo!! Bella idea.. in effetti io li arrotolo sempre nella pesta sfoglia per fare prima.. o brisée.. ma la tua versione è senz'altro più buona... che fame m'hai messo.. alle 11 del mattino! smack .-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia :o)
      Anche io quando li preparo all'ultimo momento o magari ho molto altro da preparare ricorro alla sfoglia pronta... con la brisée non ho mai provato, ma non mi sembra una cattiva idea.

      Elimina
  18. sono fantastici! e non penso solo alla prossima festa dei miei figli!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per una festa sono perfetti, ma dovrai prepararne una valanga :o)

      Elimina
  19. ma che carini sono sfiziozissimi e poi con la senape anche golosi, almeno perme!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice :o)
      Ti confido che io poi ho aggiunto anche qualche goccia di ketchup.

      Elimina
  20. che spettacolo...potrei mangiarne una decina da sola, ahahah!
    come al solito un post ben fatto, foto meravigliose....
    Ti abbraccio mia cara!

    RispondiElimina
  21. Favolosi!!!!! Questi li rifaccio di sicuro ai miei ragazzi i wuster piacciono da impazzire e io uso proprio quella senape! Un bacione grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely :o)
      Io da piccola non l'avrei degnata nemmeno di uno sguardo la senape, ma ora comincio ad apprezzarla in certi abbinamenti.

      Elimina
  22. Possibile che tutto quello che fai è sempre super perfetto? dovrei venire a lezione da te!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come se le cose che vedo sempre da te non fossero curate alla perfezione :o)

      Elimina
  23. ma pensa!!! mia zia mi parlava proprio ieri di questi cosetti gustosi, che brava che sei , te lo dico ogni volta lo so ma è vero!

    RispondiElimina
  24. Precisa precisa come al solito. Secondo me tu sei talmente precisa che pesi gli ingredienti con le mani :-)
    Baci
    PS: io adoro la senape!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ro' :o)
      Ma sai che mia madre dice che ho la misura nelle mani?

      Elimina
  25. WoW!ma che bello il tuo blog...Questa ricetta è stata un coup de coeur, semplice, chiara, ben fatta e ben fotografata! Brava, da oggi ci sono anche io tra i tuoi lettori fissi!
    Betulla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per i complimenti e per esserti unita ai lettori :o)

      Elimina
  26. bellissimi e immagino anche molto buoni! dalle tue foto abbiamo trascorso una pasquetta molto simile...Un abbraccio, a presto!

    RispondiElimina
  27. Per una che adora i wurstel come me....questa ricetta è una chicca....mi lustro gli occhi, li provo presto! Complimenti!

    RispondiElimina
  28. ehy ma è un'idea troppo carina e molto ben fatto il passo-passo! :-)

    a presto
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pippi :o)
      Grazie per esserti unita ai lettori.

      Elimina
  29. Belle le immagini e interessante la ricetta, perfetta nella sua estetica
    Complimenti

    RispondiElimina
  30. sei troppo brava mia cara, perfetta in tutto come sempre, adoro la senape
    e i wurstel sono la mia passione da buona "crucca"
    baci e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che ho pensato proprio a te quando ho letto che si chiamano anche "worstenbroodjes"?! :o)

      Elimina
  31. ciaooooo questa ricetta mi piace troppo, la provo di sicuro e io sono la 700 che aspettavi bacio bacio

    RispondiElimina
  32. anzi no qualcuno mi ha superato mentre mi scrivevo ahahahhahahahahah :P vabbe mi accetti lo stesso vero?

    RispondiElimina
  33. Ciao cara Vale, complimenti per aver sfondato il muro dei 700!!! Ricetta sfiziosa e realizzata alla perfezione, troppo brava!

    RispondiElimina
  34. Ho appena finito di sfogliare il vostro progetto, ne sono rimasta incantata, vi ammiro per il risultato ottenuto all'altezza dei più noti testi culinari che puntano anche al mondo odierno che ci circonda! Non conoscevo nessuna di voi..così lascio ad ognuna questo messaggio perché ho proprio sentito la necessità di complimentarvi! Continuate così..sarò sempre tra i vostri lettori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalisa, grazie per queste belle parole e per esserti unita ai lettori del blog :o)

      Elimina
  35. Ciao Valentina, ti sembrerà strano ma ho appena letto un commento alle mie crocchette di patate e pesto di tanti mesi fa, scusami se non ti ho risp, ma purtroppo io non mi accorgo quando vengono aggiunti commenti dopo un po' di tempo dalla pubblicazione del post... così sono venuta immediatamente a visitare il tuo blog e ne sono rimasta incantata...sei bravissima, sono senza parole..sei un vero talento in cucina!
    Yle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati, non preoccuparti, capita :o)
      Grazie per i complimenti.

      Elimina
  36. li trovo assolutamente irresistibili!!!ottimi per qualsiasi buffet...grazie e ...10 e lode opoer la ricerca^^!!

    RispondiElimina
  37. fatti senza però usare la senape: buonissimi!

    RispondiElimina
  38. ti ringrazio per queste ricette ben spiegate e illustrate!

    RispondiElimina

Per qualunque commento, o anche per eventuali perplessità, scrivetemi pure. Sarò lieta di rispondervi (nessuna parola di verifica richiesta).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...