martedì 21 febbraio 2012

C'è Aria di Cornetti 100% Kamut

Ho postato la ricetta "I brownies che non ti aspetti" appena 3 giorni fa ed eccoci
ancora una volta qui con una ricetta nata un po' per errore.
Ieri sono andata a comprare la farina di kamut perchè ho deciso che era giunto
il momento di preparare la mia ricetta per il contest di Aria che chiede
di riproporre le prelibatezze che abitualmente prepariamo con la farina di grano
(che lei non può più mangiare) sostituendola con quella di Kamut.
Dato che posso solo immaginare la sofferenza di chi, goloso ed appassionato di cucina,
deve rinunciare a molte delle proprie abitudini per ricreare tutto un nuovo universo
di possibilità, non potevo non dare il mio piccolo contributo.
Dico che la ricetta nasce per errore perchè ho dato per scontato di dover usare solo
questo tipo di farina che non avevo mai provato in vita mia.
Finito di preparare il mio impasto decido di fare un giro proprio sulla pagina 
dedicata al contest per curiosare fra le proposte già in lista e appena arrivo nella Home 
di Aria cosa vedo? Dei Magnifici bomboloni che hanno l'aria di essere proprio soffici.
Mi chiedo come abbia fatto usando solo la farina di Kamut e fra gli ingredienti trovo
la farina Manitoba... MA ALLORA POTEVO USARLA!?!
Ormai il danno era fatto, l'impasto (senza Manitoba, preziosissima per questo tipo di preparazioni) pronto già a lievitare... disperazione.
Devo dire che alla fine il risultato non solo non mi è sembrato male, ma il
gusto di questa farina mi è piaciuto moltissimo e i cornetti sono risultati
 burrosi (se non ti ungi le dita non ne vale la pena :o) e dalla crosticina friabile. 
Riproverò a farli unendo anche una parte di Manitoba che sicuramente li renderà
più morbidi e credo che mi lancerò in altri esperimenti al più presto.




per 8 cornetti
Formate un impasto lavorando insieme 300 g di farina di kamut e circa 250 ml di latte tiepido  (dovete regolarvi sentendo la pasta sotto le mani) in cui avrete sciolto 20 g di miele, 35 g di zucchero, 1
 cucchiaino di estratto di vaniglia, la buccia grattugiata di mezza arancia e 4 g di lievito di birra secco.
Aggiungete per ultimi 7 g di sale fino e lavorate l'impasto su un piano da lavoro con un certo vigore fino a che non risulta liscio ed elastico.
Mettete a lievitare l'impasto in una ciotola unta, coperta con la pellicola ben stretta, in un luogo caldo fino a che non risulta notevolmente gonfio e morbido.
Lavorate brevemente con le mani l'impasto lievitato,  infarinate un piano e stendete la pasta a forma di rettangolo (il più regolare possibile) dello spessore di 1 cm.






Stendete su un piano da lavoro un foglio di carta da forno e distribuitevi sopra 175 g di burro freddo di frigo tagliato a fettine di 1 cm. Disponete le fette ben strette, le une attaccate alle altre, coprite con un secondo foglio di carta e stendete premendo con fermezza, ma gentilmente, con un mattarello fino ad ottenere un panetto di burro che sia grande quanto i 2/3 della pasta che avete steso e dai bordi definiti. Nel lavorarlo il burro si sarà leggermente ammorbidito, quindi trasferitelo su un vassoio e in frigo ad indurire (non ci vorrà molto).
Togliete il foglio in superficie, capovolgete il burro in modo che venga a contatto con la pasta stesa e disponetelo ad una estremità del rettangolo lasciando i bordi liberi per saldare il panetto di pasta prima di procedere con le pieghe.

Entrambe le estremità vanno piegate verso il centro. Piegate prima il terzo di pasta senza burro verso il centro, poi quello col burro chiudendo il tutto a portafoglio. Avrete ottenuto nuovamente un rettangolo. 
Stendetelo nuovamente fino a fargli assumere le dimensioni del rettangolo iniziale e ripiegare nuovamente a portafoglio portando le estremità verso il centro. Trasferite su un vassoio coperto di pellicola con cui coprirete anche la superficie e mettete in frigo per 1 ora.
Trascorso il tempo stendete di nuovo la pasta come avete già fatto e ripiegate allo stesso modo, poi di nuovo in frigo e così via.
Infarinate sempre il piano per non rischiare di far attaccare la sfoglia.
Io faccio le pieghe 4/5 volte.
Quando avrete finito, tagliando la pasta, potrete distinguere gli strati.





Per formare i cornetti stendete la pasta e formate dei triangoli dello spessore di 1 cm scarso. Io ho lasciato i miei cornetti al naturale, ma se volete farcirli, mettete il ripieno alla base del triangolo, allungate la punta tendendola fra le dita e arrotolate dalla base verso la punta facendo in modo che questa alla fine resti sotto il cornetto che avete formato. Disponete i cornetti ben distanziati su una placca con carta da forno, incurvateli leggermente per dargli la tipica forma a mezza luna e lasciateli riposare per 30 minuti in un luogo caldo. Infornate a 180°.




L'umidità sprigionata dal burro presente fra uno strato e l'altro farà gonfiare i cornetti. A questo punto abbassate leggermente la temperatura e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Se non cuociono a sufficienza, gli strati non si "fissano" e i cornetti si sgonfiano (saranno anche buoni, ma di certo non invitanti).
Fate raffreddare i cornetti su una grata.
Godetevi il meritato frutto delle vostre fatiche.







Con questa ricetta partecipo al contest di Aria



NOTA: questa è mezza dose rispetto a quella che uso di solito perchè trattandosi di un esperimento mi sono tenuta sul sicuro, ma dato che ci vuole molto tempo a prepararli per via dell'attesa di un'ora fra una piega e l'altra, vale la pena di prepararene di più e congelare i cornetti una volta cotti. Tirateli fuori la sera prima per farli scongelare a temperatura ambiente e scaldateli per pochi secondi nel microonde, a temperatura media, la mattina.

31 commenti:

  1. wow! precisa e perfetta..e i cornetti devono essere di un buonooo :)
    buon lunedì!

    RispondiElimina
  2. ma che carini i disegni che precisione, sono sempre più invogliata a tentare la pasta sfoglia quando vedo tanta dovizia di spiegazioni e di foto. complimenti!

    RispondiElimina
  3. ...ma che sfogliatura perfetta....chapeau!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Direi che questo esperimento ti è riuscito più che bene!!! :) :)
    lavorando in un negozio di alimenti bio, le persone con intolleranze al frumento, lieviti, latte e celiaci sono all'ordine del giorno! E creare in cucina con le varie farine di kamut (tra le mie preferite), di farro, grano saraceno, riso ecc.. mi diverte un sacco!!
    Bravissima come sempre ! :)
    Nelly

    RispondiElimina
  5. 1 MERAVIGLIOSO IL TUO ULTIMO POST
    2..ti ho inserito nella lista di THE VERSATILE BLOGGER,puoi vedere sul mio blog http://sabrinaboschetti.blogspot.com...volevo solo avvisarti =)

    a presto <3

    RispondiElimina
  6. ciao
    buongiorno
    super blog

    http://laracroft3.skynetblogs.be
    http://lunatic.skynetblogs.be

    RispondiElimina
  7. carissima, questa ricetta p strepitosa e ti dico di più...nel mio contest è ammesso SOLO il kamut. Io ancora tollero altre farine, ma i più assolutamente no, quindi tu avevi capito bene! io cercavo proprio una ricetta solo Kamut e tu me l'hai data! Grazie! mi sembrano venuti benissimo! certo, per te con la manitoba potrebbero venire ancora meglio! però hai sentito che buono il kamut? vado ad aggiungerti, spevo non mi avresti delusa! ps: li provo prestissimo! bacioni grandi!

    RispondiElimina
  8. Beh...ma siamo sicuri che tu sei UMANA?????
    Buonissimi, bellissimi, golosissimi...io ho scoperto il Kamut da poco e mi piace un sacco, perciò questa me la segno! Baci

    RispondiElimina
  9. Ciao, ho scoperto oggi il tuo blog, ed è più di un'ora che lo giro e lo rigiro..è veramente meraviglioso e ci sono di quelle golosità pazzesche..alcune le proverò di sicuro! Fantastico il contest "come quelli comprati"!!!
    Complimenti!
    Valentina

    RispondiElimina
  10. io adoro fare i croissant... :)
    (ero passata per complimentarmi vicendevolmente per il buon gusto in fatto di piatti... aggiungo quello in fatto di cornetti! :-P)

    RispondiElimina
  11. Ciao Vale, anche per me la farina di Kamut è stata una sorpresa, fin'ora l'ho provata solo per farci il pane, ma l'idea della sfoglia mi intriga molto. Bravissima come sempre !Baci

    RispondiElimina
  12. Bellissimi!!!
    Io ancora non ho mai provato a fare i cornetti, non riesco a ricavarmi il tempo materiale per farli!!!
    Bravissima...anche per la spiegazione!
    Anche io sto incominciando a usare farine diverse, per ora solo per farci il pane...proverò anche con i cornetti magari seguendo il consiglio di usare un po' di Manitoba.
    Ciao, alla prossima!

    RispondiElimina
  13. Ciao che bel blog che hai e che brava che sei stata a fare questi deliziosi cornetti complimenti :-)

    RispondiElimina
  14. Mamma mia, ma questi cornetti sono perfetti! Sono così ben sfogliati, ariosi, soffici...sembrano appena usciti di pasticceria! Compliemntiiiii!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In verità non sono soffici come avrei voluto, o meglio, lo sono da freschi, ma restano morbidi per troppo poco tempo. Credo che solo l'aggiunta di Manitoba (o forse del lievito madre) possa dare una mano per questo problema.

      Elimina
  15. Meravigliosi!! bravissima!
    i croissant non li ho ancora affrontati, buono a sapersi che la kamut va bene ugualmente! :)

    RispondiElimina
  16. uh mi sono dimenticata di dirti che il nuovo look mi piace parecchio! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei la prima ad essersene accorta :o)

      Elimina
  17. Quella sfogliatura è da urlo!

    RispondiElimina
  18. Bravissima Valentina, per il tutorial della pasta sfoglia, dei cornetti e per aver avuto il coraggio di provare una farina sconosciuta! in bocca al lupo per il contest!! bacioni!

    RispondiElimina
  19. Ciauu,passo per una domanda velocissima..nel caso rifacessi i Ringo (e proponessi poi un'altra ricetta) posso ripartecipare con un'altra versione ringosa al contest COME QUELLI COMPRATI? Scusa se te lo scrivo qui ;_; ...continuo a guardare queste briochine e...sono bellissime ;__; *commossa*

    RispondiElimina
  20. Ciao Sabrina, ogni volta che leggo un tuo commento sorrido :o) Non ho ben capito cosa vuoi fare... dei Ringo, ma in una versione diversa? Comunque il contest vi permette di presentare tutte le ricette che volete, basta che siano attinenti al tema, quindi quando hai preparato la nuova ricetta mandami pure il link e sarà un piacere aggiungerla alla lista. Bacio.

    RispondiElimina
  21. Strepitosi è una vita che voglio farli!!! Grazie della ricetta!!!!

    RispondiElimina
  22. complimenti ti sono venuti fantastici

    RispondiElimina
  23. adoro i cornetti! :) saranno stati deliziosi! :) un bacio, buon pomeriggio! :)

    RispondiElimina
  24. Il risultato direi che è davvero ottimo ed amando la farina di kamut alla follia non posso che lanciarmi anch'io nell'impresa. Ormai i croissant sono diventati una "droga" a casa ^_^ Baci, buona serata

    RispondiElimina
  25. che delizia!!! Un peccato godurioso!!!!

    RispondiElimina
  26. perfetti, io lo dicevo che sei un portento!
    Baci cara Vale, buona giornata!

    RispondiElimina
  27. favolosi!!!! davvero un gran bel lavoro!! ciauuuu

    RispondiElimina
  28. direi perfetti e golosi!!dai lancia uno!!!baci!

    RispondiElimina
  29. mah... leggo tanti "che buoni! devo provare a farli"... prima provate a farli con la ricetta, poi caso mai potrete esprimere un giudizio!!! ;-P

    RispondiElimina

Per qualunque commento, o anche per eventuali perplessità, scrivetemi pure. Sarò lieta di rispondervi (nessuna parola di verifica richiesta).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...