sabato 24 marzo 2012

Hot Cross Buns (senza uova)

Volevo provare a preparare questi dolcetti pasquali, tipici del Regno Unito, 
da moltissimo tempo, ma ora che ho un'impastatrice e la Pasqua incombe 
non ho avuto più scuse per rimandare.
A Londra si trovano facilmente in moltissime vetrine di pasticceria tutto l'anno,
tutti in fila a tentarti da dietro al vetro con la loro glassatura lucida e il colore dorato. 
Si tratta di soffici panini dolci e speziati, arricchiti dall'uvetta,
che vanno mangiati il Venerdì Santo e proprio per questo sono decorati dal motivo superficiale a croce che può essere realizzato in diversi modi che possono
variare dalle strisce di pasta aggiunte prima della cottura alla glassa aggiunta
una volta che i panini sono raffreddati, fino a una semplice incisione.
In questa ricetta non ci sono uova e serve pochissimo lievito (2 g), inoltre 
l'impasto va lasciato lievitare molto lentamente e per lungo tempo in frigorifero.
Ciò renderà più lunghi i tempi di preparazione (non più difficile la ricetta), ma
garantirà la riuscita di buns molto digeribili e leggeri.
Io ho preparato l'impasto ieri pomeriggio e l'ho lasciato in frigorifero tutta la notte e
questa mattina ho formato i panini e li ho fatti lievitare 4 ore prima di infornarli.
Ne vale veramente la pena, perchè si ottengono dei buns talmente soffici
da poterli schiacciare sotto il palmo di una mano.
Una simpatica curiosità: secondo le antiche credenze popolari i buns cucinati nel giorno
del Venerdì Santo non possono ammuffire... ma dureranno abbastanza da scoprirlo?




Per una ventina di buns (da 50 g di impasto l'uno)

Tagliate a dadini 150 g di burro e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente.
Mettete nella ciotola dell'impastatrice 200 g di farina 00 e 200 g di farina manitoba.
Scaldate al microonde 250 ml di latte intero con 80 g di zucchero, la scorza grattugiata di un limone, la scorza grattugiata di un'arancia e 1/2 cucchiaino di cannella. Quando questo infuso profumato sarà tiepido aggiungete 2 g di lievito di birra secco e mescolate brevemente, quindi aggiungetelo alle farina e fate lavorare l'impasto col gancio per 5 minuti.
A questo punto azionate nuovamente il gancio e aggiungete poco burro morbido e 8 g di sale. Procedete con altro burro solo quando il precedente sarà stato "assorbito". Una volta terminato tutto il burro, lasciate lavorare l'impasto a velocità sostenuta per 8 minuti.
Trascorso questo tempo avrete ottenuto un impasto morbidissimo che comincerà ad accennare a staccarsi dai bordi. 
Infarinate leggermente un piano di lavoro, trasferitevi l'impasto e dategli la forma di un panetto toccandolo lo stretto indispensabile. Lasciatelo lievitare in frigorifero in una ciotola molto capiente coperta col la pellicola ben stretta.
Dopo circa tre ore tirate fuori l'impasto e lavoratelo brevemente con le mani aggiungendo 50 g di uvetta (o mirtilli disidratati) fatta rinvenire in acqua calda e strizzata, quindi formate dei piccoli panini tondi e disponeteli ben distanziati su una placca di alluminio rivestita di carta da forno.
Lasciate lievitare i panini fino a che non raddoppiano il loro volume, quindi decorateli con una croce di pastella ottenuta lavorando due cucchiai di farina 00 con poca acqua (fino a ottenere una pastella morbida da trasferire in una tasca da pasticciere per procedere facilmente a tracciare il motivo a croce).
Infornate i panini a 170° per circa 30 minuti. Devono risultare ben dorati.
Per la lucidatura finale vi basterà scaldare al microonde una tazzina da caffè di marmellata di albicocche fino a renderla fluida. 
Lasciate raffreddare i buns su una graticella e glassateli per lucidarli, quindi fateli asciugare prima di servirli.




Con questa ricetta partecipo al contest
"Tutta la dolce Pasqua del mondo"


43 commenti:

  1. Me ne dai uno?? Ti pregoooo!!!! :D

    RispondiElimina
  2. Mamma che buoniiiiiiii!!! Sono spettacolari Vale! :) Dei panini così belli non credo proprio che dureranno molto...! :D Ho l'acquolina in bocca!!
    Buon weekend
    Nelly

    RispondiElimina
  3. No non credo che dureranno, troppo buoni.

    RispondiElimina
  4. Buonissime quante ne ho mangiato nel mio paese.

    RispondiElimina
  5. Che belli!!! La lievitazione è perfetta e la foto rende benissimo la loro sofficità!!!
    Mi incuriosiscono questi panini! Ma poi sono così belli!
    Se durano facci sapere se poi ammuffiscono!!!Ahahaha!!!
    Un bacione, ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è un dubbio che va assolutamente diradato. Vorrà dire che mi sacrificherò per la scienza e li preparerò (e mangerò) nuovamente per Venerdì Santo ;o) Un bacio.

      Elimina
  6. che buoniiiiiii e pure senza uova?? fantastica! :) buon we mia cara!

    RispondiElimina
  7. spettacolari!sei in bravissima in tutto!!baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che meraviglia! proverò a farli anche se ahimè non sono provvista di impastatrice, ogni anno la chiedo a Babbo Natale ma fa orecchie da mercante...

      Elimina
  8. Da tempo immemorabile conservo la ricetta degli hot cross buns, ma non ho mai provato...i tuoi sembrano così soffici!

    RispondiElimina
  9. Bellissimi questi buns, io vivo con una ragazza inglese mi sa che le faccio una sorpresa e li preparo!
    Grazie per la ricetta.

    RispondiElimina
  10. che belli!!!!COSI' LUCIDI!!!SOSTITUISCO L'UVETTA CON LE GOCCE DI CIOCCOLATO PERO'!!!!!!BACIO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti anche io non amo l'uvetta, ma ho voluto rispettare la tradizione. Credo che la prossima volta aggiungerò tutti i profumi, ma non l'uvetta e li lascerò semplici, da farcire al momento (pare vadano forte con una scaldata e una spalmata di burro).

      Elimina
  11. No ok è ufficiale io verrò a trovarti e mi cucinerai qualcosa......Oltretutto vivi in un posto bellissimo (a quanto ho visto dalle foto) quindi.....sisi....SI SI SI O______O

    RispondiElimina
  12. Ho fatto un posto con gli Hot Cross Buns proprio qualche giorno fa!! I tuoi sembrano buonissimi!!
    Laura

    RispondiElimina
  13. non li conoscevo, me ne aveva parlato una mia amica che sta in scozia un pò di tempo fa! ora debbo proprio rifarli!

    RispondiElimina
  14. Ma sono veramente stupendi!! E chissà che buoni!!! Li voglio proprio fare!!!

    RispondiElimina
  15. Ma che belli e che soffici! Non li conoscevo, grazie per la ricetta, Babi

    RispondiElimina
  16. Da ignorantona quale sono adesso immaginavo questi hot cross buns come dei coniglietti con una croce.. O.o Poi ho aperto il post e ho visto questi paninetti magnifici.. :) E riguardo alla credenza sulla preparazione al Venerdì Santo, ahimé, quando li preparerò sono sicura che dureranno molto poco.. :) Grazie per aver partecipato.. :) a presto :)

    Paola

    RispondiElimina
  17. Anch'io voglio farli da tantissimo tempo ma puntualmente a Pasqua, tra colombe e uova di cioccolato, mi passano di mente. Di solito preferisco le lunghe livitazioni in frigo, i risultati sono assai migliori e sono anche molto comode. I tuoi buns, a dispetto del senza uova (che per me è anche un bel vantaggio) sono deliziosi, sembrano delle soffici nuvolette. Un bacio, buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo anche io che d'ora in poi farò sempre così i lievitati, c'è una netta differenza (sto imparando ad avere pazienza :o)

      Elimina
  18. Bellissimi i tuoi buns! morbidi e profumati come piacciono a me! mi sa che sarà difficile scoprire se ammuffiscono, vero? hai tutta la mia comprensione! domanda: per tracciare meglio la croce ha fatto precedentemente una piccola incisione sul bun o no? bacioni Vale e buon we!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy. No, ho tracciato la croce di pastella densa direttamente sui panini lievitati. ;o)

      Elimina
  19. Bellissimi super sofficiosi.......posso rubarne un paio?

    RispondiElimina
  20. Che brava Valentina, sembrano sofficissimi! Non conoscevo questi dolcetti pasquali, grazie d'averli condivisi ed in bocca al lupo per il contest! Ciao!

    RispondiElimina
  21. Sono anni che mia figlia mi chiede di farglieli,mi sa che sia giunta l'ora di accontentarla. Te ne sara' eternamente grata. Un abbraccio, buon WE.

    RispondiElimina
  22. Sono meravigliosi! Stranamente non conoscevo l'esistenza di questi dolcetti inglesi, me li hai fatti scoprire e devo dire che mi ispirano parecchio, soprattutto per la morbidezza!
    Bravissima, buon week-end!
    GG

    RispondiElimina
  23. bellissimi e sofficissimi, complimenti, baci

    RispondiElimina
  24. ma sono irrinunciabili, cara Valentina, davvero una ricetta da non perdere, me la sono segnata !

    RispondiElimina
  25. Che buoni questi panini... :)
    Comoplimenti per il tuo blog!!
    A presto Ilaria

    RispondiElimina
  26. ... ma sai che in questi giorni cercavo proprio la ricetta dei buns??? Te la copio, sì, sì, ... aspetto solo di avere un po' più tempo e te la copio!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  27. hanno un aspetto veramente invitante, grazie della presentazione di questa delizia, che proverò!

    RispondiElimina
  28. Li ho provati anche io e ne sono rimasta entusiasta, ma voglio provare la tua ricetta a lunga lievitazione, devono essere morbidissimi. E' proprio bello il tuo blog :)

    RispondiElimina
  29. I tuoi buns mi hanno conquistato, hanno un aspetto magnifico ;)

    RispondiElimina
  30. Ciao Valentina, io non amo le uvette, ma questi paninetti lucidi me li mangerei anche dallo schermo!!!! Ci credo che non si arrivi a vederne "la scadenza".... hahahaha

    RispondiElimina
  31. Che bei panini!! non li conoscevo.. e che bel blog :)
    ciao! vale

    RispondiElimina
  32. Vale che belli questi Hot Cross Buns, con quella lucidatura poi sono davvero perfetti! Baci

    RispondiElimina
  33. sono bellissimi! Sei statao davvero brava, non sono semplici da fare, e i tuoi fan venire l'acquolina !

    RispondiElimina

Per qualunque commento, o anche per eventuali perplessità, scrivetemi pure. Sarò lieta di rispondervi (nessuna parola di verifica richiesta).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...